I “6 misteri irrisolti” del Keynote del 12 settembre

Molte delle informazioni ufficiali che riceviamo sui prodotti Apple ci arrivano da annunci occasionali e dalle conferenze per gli sviluppatori, come quella dello scorso mercoledì a San Francisco. Durante l’avvicinamento agli eventi possiamo reperire qualcosa dai rumor, ma non tutto, ovviamente…

Durante l’evento vero e proprio, talvolta i pronostici vengono sovvertiti. Alcune domande trovano la loro risposta, altre no. Il team di Cult of Mac ha raccolto i sei misteri irrisolti dell’ultimo keynote!

 

1. Perché non è stato integrato il chip NFC?

I vantaggi della tecnologia Near Field Communication (NFC) sono una miriade. Il chip non è costoso, tantomeno ingombrante. Apple avrebbe dovuto adottarlo già dall’iPhone 5 per accelerare la rivoluzione digitale del portafoglio. Se ci pensate, non sarebbe nemmeno un grosso problema per Apples stessa. Essa possiede già le nostre carte di credito, i nostri indirizzi e-mail, etc. Perché non aggiungere semplicemente il chip NFC e consentirci i pagamenti in mobilità?

Probabilmente Apple ha le sue ragioni per farlo, solo che nessuno le conosce!

 

2. Perché Apple ha abbandonato l’idea dell’iPod Nano/Orologio da polso?

Due anni fa, Steve Jobs presentò l’iPod Nano di sesta generazione, con un piccolissimo schermo tutto nuovo e le Applicazioni dedicate. Jobs disse che esso era così compatto che si sarebbe potuto utilizzarlo anche come orologio da polso. L’annuncio aveva fatto nascere un micro-settore specializzato nella produzione di cinturini realizzati appositamente per il Nano, alcuni dei quali reperibili direttamente da Apple.

L’anno scorso Apple introdusse una nuova serie di quadranti, ad esempio, l’orologio di Topolino. Questo fece pensare a tutti che l’iPod Nano di settima generazione sarebbe diventato un orologio a tutti gli effetti. L’aspettativa era quella di avere un iPod Nano ancora più sottile e leggero, con il Bluetooth ed altre caratteristiche che lo avrebbero reso un vero e proprio iWatch, compagno ideale per l’iPhone.

Mercoledì scorso, invece, Apple ha presentato un iPod Nano che non può essere utilizzato come un orologio da polso. Anzi, il design ed il potenziale sembra abbiano subito una sorta di involuzione. Come mai? C’è chi afferma che un vero orologio da polso Apple sarà presentato durante l’evento di ottobre!

 

3. Perché Apple non produce né presenta la tanto rumoreggiata TV?

Quello che da molti è ritenuto un “hobby” di Apple, ovvero la AppleTV, sta diventando vecchia. Nonostante i rumors e la speculazione, non ci sono tuttavia motivi tecnici per i quali Apple potrebbe costruire una televisione vera e propria con la AppleTV integrata. Le principali limitazioni sono legate alla politica degli studi di Hollywood e alle licenze delle emittenti via cavo.

Ma allora perché non costruirla davvero e dare il LA una sorta di rottura? L’esistenza di un simile apparecchio potrebbe rafforzare la posizione di Apple in una nuova visione: trasmissioni televisive via internet! Non sappiamo cosa stiano aspettando…

 

4. Perché Apple sta pubblicizzando così insistentemente una feature in fase beta?

Posso affermare con certezza che Siri sia stato il prodotto “beta” più pubblicizzato nella storia. Non basta l’etichetta arancione con scritto “beta” che campeggia nella sezione riguardante Siri sul sito Apple…la feature è chiaramente grossolana ed incompleta! I tempi di risposta sono lenti, le parole spesso non vengono riconosciute, le risposte non sono sempre appropriate e ormai non conto più i rapporti diagnostici sul mio iPhone!

Ok, non ho nulla in contrario con i servizi in versione beta, tuttavia Apple sta spendendo svariati milioni di dollari in campagna pubblicitarie millantatorie, spacciando Siri come uno dei veri punti di forza dell’iPhone!

Perché Apple sta lavorando così duramente per far crescere le aspettative dei consumatori attorno ad un prodotto beta?

 

5. Perché Adam Cheyer ha lasciato Apple?

Cheyer è uno dei fondatori di Siri ed è entrato a far parte del team di Apple quando la sua società fu acquisita. Ogni volta che i personaggi di spicco lasciano un’azienda, sia che si dimettano sia che si licenzino, si parla sempre di “motivazioni personali” oppure “per passare più tempo con la famiglia”. Infatti, Cheyer se n’è andato per “motivi personali”, senza aggiungere né far trapelare altro…

Non sappiamo se il team che ha fondato Siri sia in disaccordo con il modus operandi intrapreso da Apple con la loro creazione. Oppure può darsi che Cheyer tenterà di farsi strada con un’alternativa a Siri, possibilmente migliore!

 

6. Perché Apple non ha annunciato la nuova aspect-ratio 16:9 al WWDC 2012?

Erano davvero poche le cose che non sapevamo dell’iPhone 5 prima della sua presentazione. Una delle principali riguardava le dimensioni: praticamente tutti eravamo d’accordo sul fatto che l’iPhone 5 sarebbe stato più alto, con una fila in più di icone ed un aspect-ratio di 16:9.

Come risultato di questo cambiamento, centinaia di migliaia di Applicazioni appariranno goffamente centrate in mezzo allo schermo, fino a quando gli sviluppatori non provvederanno ad aggiornarle per adattarle alla nuova risoluzione.

Perché Apple non ha annunciato per tempo la nuova aspect-ratio e fornito agli sviluppatori il tempo e gli strumenti necessari per iniziare il processo di aggiornamento tre mesi fa?

 

Ci sono altri misteri irrisolti per voi? Fateceli sapere, potrebbero scaturirne degli ottimi spunti di riflessione!



Fonte: Cult of Mac


1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.