Piaciuto il keynote? Le mie considerazioni…

Questo non è il solito post, non si tratta di recensioni o news, sto scrivendo semplicemente per esprimere il mio giudizio su tutte le novità introdotte da Apple nel keynote del 12 settembre.

Ci tengo a ribadire che quello che state per leggere è solo il mio punto di vista, non ho la presunzione di affermare che tutto quello che ho scritto sia una verità oggettiva, anzi, spero che sia spunto per uno scambio di opinioni attraverso i commenti (astenersi fanboy di ogni genere). Andiamo con ordine:

iPhone 5

A un anno di distanza dalla presentazione dell’iPhone 4s che ha lasciato molti sostenitori Apple con l’amaro in bocca, vista la carenza di innovazione, era altissima l’attesa per il nuovo gioiellino di casa Apple. Nei mesi precedenti sono stati moltissimi i rumor che si sono susseguiti: Si parlava di uno schermo da 4″, si parlava di LTE,  si parlava di una cover posteriore realizzata con un ibrido vetro/alluminio, si parlava di un nuovo connettore, si parlava di nuovi auricolari… Ebbene sì, tutti centrati al 100%.
In un iPhone che doveva segnare una vera e propria rivoluzione le sorprese non ci sono state, basti pensare che gran parte del keynote è stato dedicato a decantare la bellezza e l’avanguardia di iOS6, già vista e rivista in precedenza.
Non tiro in ballo le discussioni sul processore e la fotocamera in quanto non vedo assolutamente la necessità di un quad core in un dispositivo mobile dal software ben ottimizzato e so bene che non sono solo i megapixel a rendere una fotocamera decente, la gara a “chi ce l’ha più grosso” lasciamola agli ignoranti.

Le uniche pecche, a mio avviso, sono state:

  • L’assenza di un chip NFC. L’introduzione del suddetto chip  avrebbe potuto far espandere notevolmente questa tecnologia, che in un futuro non tanto lontano, rivoluzionerà il nostro modo di interagire con parecchi dispositivi.
  • Un nuovo design. Diciamocelo chiaramente, ogni cosa ha il suo tempo! Dopo un paio d’anni un prodotto ha bisogno di essere “reinterpretato”. Un nuovo design (e sappiamo che Apple con il design ci sa fare) fa crescere tantissimo l’interesse verso un prodotto, basti pensare all’iPhone 4 e al successo che ha ottenuto.
  • Rinnovamento dell’UI. So benissimo che questo argomento andrebbe trattato durante la presentazione di una nuova versione di iOS e non di un nuovo iPhone, ma grazie anche alla maggiore dimensione del display ci aspettavamo qualche novità, non la semplice introduzione di una ulteriore nuova riga di applicazioni nella schermata home.

iPod Nano

I nuovi iPod Nano sono davvero stati rinnovati, diamo a Cesare quel che è di Cesare! Ci si aspettava qualcosa di nuovo per i nostri iPod ma questa volta Apple ci ha davvero stupiti. Il design può piacere o meno, a seconda dei gusti, ma non ci si può assolutamente lamentare per la quantità di novità introdotte.

L’unica cosa che non mi fa impazzire di gioia è la scelta di adottare uno schermo da 2″ con tanto di pannello touch screen. Il motivo è semplice, cosa ci facciamo con un iPod? Ci ascoltiamo la musica, è ovvio!
Allora perché non dare spazio a dei semplici (e più rapidi) comandi fisici? Nella vecchia generazione il touch screen era motivato, perché, data la forma e la dimensione, era pensato per un utilizzo “da polso”, questa volta invece non riesco a dare una spiegazione a questa scelta.

iPod Touch

Forse è il prodotto che ho apprezzato di più! Niente da ridire, processore aggiornato (era quasi scontato che non montasse il nuovo A6 per ovvi motivi di marketing), schermo da 4″, fotocamera degna di essere chiamata tale, rimosse tutte le limitazioni software imposte al vecchio modello (Siri, AirPlay, ecc…).

Farà discutere di certo la cover posteriore, non si capisce perché sia l’unica parte colorata (lasciando la parte frontale bianca) ed è ancora dubbia l’efficacia e l’utilità del “loop“, ovvero quella specie di “anello” posto al bordo inferiore sinistro della cover posteriore che serve per poterci agganciare un laccetto.

iTunes 11

Sulla nuova versione di iTunes non mi posso ancora esprimere. La grafica sembra interessante ed è positivo che Apple stia cercando di omologare la visualizzazione dei contenuti sia per Mac/PC che per gli iDevice, ma, essendo un software molto potente, è necessaria una “prova su strada” per poterlo giudicare al meglio.

Conclusioni

E’ stato un keynote ricco di novità ma nonostante questo è sembrato di non aver visto nulla di nuovo. Forse perché i prodotti presentati sono esattamente come ci aspettavamo e come li avevano mostrati i vari rumors. Forse perché il keynote è stato svolto in modo quasi frettoloso, senza soffermarsi sui dettagli che fanno la differenza. Oppure più semplicemente, in un evento di questo livello, mancava il carisma di Steve Jobs.


20 commenti

  1. Complimenti bell’articolo! Forse tutti vogliono vincere questa guerra di “chi ce l’ha più grosso” e quindi perdono il desiderio dei clienti che alla fine sono coloro che valutano il prodotto acquistandolo o meno, secondo me l’iPhone 5 si ok è un ottimo terminale cosa ovvia, ma molta gente che non segue la moda e compra i propri dispositivi in base all’utilizzo che ne fanno, non compreranno il suddetto iPhone, ma forse un pò per la delusione ed un pò per il prezzo passeranno a Galaxy s3, ricordiamo che in Italia costerà sui 729€ il modello da 16gb, visto il problema economico che stiamo affrontando, sono bei soldini!In conclusione penso che Apple dopo Steve Jobs pensi solamente alla supremazia sul mercato che alla reale richiesta dei clienti.

      1. Lo so bene ma purtroppo sono questi i prezzi, sullo store francese costa 679€, in Italia abbiamo un altro tipo di tassazione, quindi facendo una differenza di 30-40 € l’iPhone 5 da 16gb in Italia verrebbe venduto a 720€ con un conteggio di iva approsimativo,infatti mi tengo il mio bel 4 e vediamo cosa offre android!

      2. Esatto! Sono molto curioso di vedere come risponderà Google alla presentazione del nuovo Nexus

  2. Quoto l’articolo…ho un iPhone 4 da circa 1 anno e mezzo…non mi sogno minimamente di svendere il mio telefono a 350€, ad andar bene, 🙂 e prendermi il 5 a quel prezzo… Altri 3-4 anni daranno valore ai soldi che ho speso per questo telefono. 😛

  3. Concordo con l’assenza di novità di rilievo e rilancio con il fattore estetico dell’iPhone che ormai definire datato sarebbe poco…
    Premetto che posseggo un iPhone (veramente 4/5) e che non ho intenzione di acquistare il 5…
    Ho sempre dovuto aggiornare il modello (2g 3g 3gs 4 4s) perché il software mi obbligava uccidendo il terminale stesso.. adesso sono fermo al 5.0.1 e non voglio assolutamente aggiornare.
    Per tornare al discorso Design, purtroppo l’unico terminale che a mio Modesto parere ha un design d’eccezione
    è il Lumia 900, che se non fosse corredato dall’interfaccia Metro di Windows (Detto poco ;p) sarebbe sicuramente il terminale numero 1 nel mondo…. 😉

    1. Piace anche a me il design del Lumia 900 e concordo con te sulla questione di Windows Phone, non tanto per l’interfaccia metro, ma per il sistema operativo ancora allo stato larvale…

  4. Ti quoto. Senza aprire diatribe nn produttive sul “era meglio quando c’era steve” il concetto di fondo é che…….in realtà questo keynote é stato piatto, senza novità, tutte predette nei rumors, tanto che persino l’invito mostrava 1 settimana prima quello che tutti sapevano eliminando l’ultima incertezza rimasta: il nome iphone5/nuovo IPhone.

    Numeri alla mano: il design è bello (ho il 4s) ma tutti si attendano innovazioni (non magari come i mockup curvi, pero ameno qualche modifiche); le modifiche hw introdotte fanno progredire ma non innovano enormemente (processore più veloce, fotocamera migliore….si vabbe….ma…..così tanto da cambiare telefono)???? Bah….

    Un’ultima considerazione stante la maniacalita di segretezza di Apple: negliscorsi anni, sempre massima segrtezza, tranne, piccola pecca un iphone4 sfuggito he é costato la testa del capo della sicurezza. Quest’anno design, chip connessione, dimensione schermo e altro TUTTO svelato prima.

    Mi chiedo é già finito l’imprinting di steve jobs?

  5. Caro Marcello, ieri commentando il keynote in diretta con tutti voi mi sono risaltati all’attenzione vari punti che vorrei condividere con voi.
    1.Discorso iphone 5: devo dire che a me l’alluminio tutto nero invece non dispiace affatto. Certo il form factor rimane quello ma l’eleganza di un dispositivo tutto in vetro ed alluminio, tutto nero, secondo me è invidiabile (a tal riguardo non mi trovo d’accordo con te sul nuovo ipod touch colorato dietro e bianco davanti, che mi sa tanto un giocattolino da bimbetti, quando invece è un concetrato di tecnologia non indifferente). Per quanto riguarda l’estetica dunque, sono in parte d’accordo con te che parli di un mancato rinnovamento, ma devo dire che la soluzione alluminio nero è davvero elegante e aggressiva nello stesso tempo (peccato che per mantenerlo integro dovrei tenerlo come i miei gioiellini di famiglia 🙂 ). La vera pecca a mio avviso è la mancanza dell’NFC, anche a dispetto di quello che dice shiller come giustificazione, dicendo che passbook va bene per tutte le stesse funzioni: non sono d’accordo, anche perchè con l’NFC si possono integrare anche condivisioni tra terminale e terminale, non solo usare l’iPhone come “carta di credito a sfioramento” (cosa che comunque penso si svilupperà ben presto, anche qui in Italia).
    Altro peccato capitale a mio avviso, ma qui non posso coinvolgere Apple come diretta responsabile, o forse si in parte, non sono in grado di giudicarlo, è il tendere a rivolgere le innovazioni tecnologiche esclusivamente al mercato americano. Mi spiego: le mappe in 3d ad esempio sono strasicuro riguardino solo gli Stati Uniti, le reti LTE in Italia non si sa quando le vedremo (e qui Apple c’entra poco), servizi come passbook saranno funzionanti a pieno regime solo negli USA; poi penso anche ad un utente di iphone 4s che ha aspettato invano l’integrazione di siri in italiano, quando siri era in realtà l’unico motivo serio per acquistare un 4s dopo il 4. Praticamente chi ha acquistato il 4s si è visto un telefono senza reali innovazioni, se non quella del processore (comunque l’a4 va da dio). Diciamo che quindi la vera pecca è non poter sfruttare appieno le funzioni che apple riserva ai suoi utenti statunitensi, nonostante l’italia sia il secondo paese al mondo per vendita di iphone.
    2. L’ipod nano: penso non ci sia da dire molto di questo clone del nokia lumia e mi stupisco che apple sia caduta nell’errore che le ha fatto vincere la causa contro samsung poco tempo fa. Per quanto riguarda le funzioni niente da dire, ma forse, date le dimensioni, come dicevi tu forse era meglio tenere dei tasti fisici e renderlo piu economico quindi.
    3. L’ipod touch: mi sembra di vedere un bambino fuori e un adulto dentro. L’hardware è di prima qualità mentre l’esteriore mi sa troppo infantile e dà un’idea plasticosa con tutti quei colori. L’avrei mantenuto molto piu elegante, com’è sempre stata l’etica di ipod touch dalla prima generazione.
    Per il resto niente da dire, ma mi rimane un qualcosa di amaro in bocca…forse ci aspettavamo di più

    1. Rispondo con ordine 🙂
      1) Hai un po’ frainteso le mie parole, non ho mai detto che il retro dell’iPhone non mi piace o che il design dell’iPod Touch è di mio gradimento. Ho semplicemente fatto notare che, per quanto riguarda la back cover dell’iPhone, è stata l’unica novità nel design di un terminale ormai visto e rivisto. Quando invece elogiavo l’iPod Touch non mi riferivo al design, apprezzavo solamente che ci siano stati cambiamenti, perché in generale, non giudico mai il design di un prodotto, la considero una cosa soggettiva.
      2) Concordo pienamente con te, Apple non ha bisogno di imitare gli altri, purtroppo questa volta l’ha fatto.
      3) Con questo punto mi costringi a tirare fuori le mie personali considerazioni sul design dell’iPod Touch 🙂 Anche a me non piacciono tutti quei colori, soprattutto la scelta di mantenere la parte frontale bianca e la parte posteriore colorata, sembra un giocattolo! E’ triste vedere che Apple considera “per bambini” un device con queste potenzialità…
      Grazie mille per il commento 🙂

  6. Ciao a tutti… Sono assolutamente d’accordo con le valutazioni dell’articolo quindi non voglio parlare di quello. Vorrei solo farvi notare una cosa: lo so, Siri ha o meno utilità all’interno di un dispositivo. Quello che mi fa andare in bestia è pensare a questo assistente vocale implementato su iPod touch che senza wifi è inservibile e non su iPad 2 3G, dove potrebbe avere un utilità decisamente più ampia… Anche dal punto di vista lavorativo se si vuole… che dite?

  7. A me non è andata proprio giù, non si può presentare dopo 2 anni lo stesso telefono con uno schermo allungato avente una risoluzione secondo me assurda, poi se sarà confermato il prezzo di 729 per la versione da 16 allora è la fine. L’assenza di Steve Jobs inizia a pesare come un macigno.

  8. Quando 2 anni fa mi recai in un centro tim per acquistare l’iphone 4, usci’ felice e soddisfatto di avere un dispositivo totalmente nuovo e rivoluzionato, da 2 anni a questa parte ogni volta che vado ad acquistare un iphone mi sembra di acquistare sempre lo stesso telefono.

  9. ragazzi io penso che sia un gran bel iphone materiali estetica e hardware ,anche se per l’estetica potevano fare meglio…ricordo a tutti che il Galaxy s3 è fatto di plastica,mentre iphone 5 alluminio\vetro,avremmo pure un piccolo zaffiro tra le mani cosa da non sottovalutare dato che con il mio mitico 3gs la specchietto della fotocamera è tutto graffiato..cmq possiamo solo parlare dopo che lo “avremmo” in mano,e vedremo l’emozione che ci farà vivere…..
    L’ultima cosa la mancanza di Steve Jobs si sente…..

    1. Rispetto il tuo parere ma ti faccio notare che anche il 4 e il 4s sono fatti interamente di vetro e alluminio, niente di nuovo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.