Apple presenta ufficialmente i nuovi MacBook Pro

Durante l’evento di questa sera tenutosi a Cupertino Apple ha svelato il nuovo MacBook Pro e i rumors delle scorse settimane come sempre hanno anticipato alla grande tutte le novità.
Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le innovazioni introdotte da Apple.

intromc

Prima di presentare il nuovo MacBook Pro, Tim Cook ha iniziato un discorso piuttosto interessante riguardo alla storia dei Mac, proprio in questi giorni cade infatti il 25° anniversario della commercializzazione del primo portatile di casa Apple e così l’azienda ha voluto celebrare questo evento presentando il “MacBook migliore di sempre“…..(strano vero).

Touch Bar

8a0a3039-verge-0

Gran parte della presentazione è stata dedicata alla novità più evidente (poi si vedrà anche se sarà la più utile) presente all’interno dei nuovi MacBook Pro da 15 e 13 pollici, stiamo ovviamente parlando della Touch Bar.
La Touch Bar andrà a sostituire i tasti funzione del MacBook, si presenta come una barra orizzontale con display Retina che ci permetterà, almeno stando alle parole di Phil Schiller, di velocizzare le operazioni che svolgiamo sul nostro dispositivo.

8a0a3169-verge-0

La Touch bar si adatta alle varie applicazioni, sul palco sono stati mostrati vari possibili utilizzi con software come Photoshop, Office o Final Cut.
Ovviamente di norma sul piccolo retina display compariranno tasti di scelta rapida (Wi-Fi, volume, ecc.), il tutto sarà altamente personalizzabile dato che l’utente potrà scegliere cosa visualizzare all’interno della barra.
Stando alle prime prove di The Verge la Touch Bar risulta ben sviluppata e ben funzionante, i tasti premuti non sembrano virtuali anche se ovviamente manca un feedback nel momento della pressione.

8a0a3194-verge-0
Sulla barra è presente anche il tasto ESC, Apple lo ha sottolineato durante la presentazione dato che in molti (specialmente gli sviluppatori) si erano lamentati per la sua possibile assenza.

Touch ID

All’interno della Touch Bar, sulla destra, abbiamo il tasto di accensione che integra anche il Touch ID di seconda generazione ovvero quello che troviamo sull’iPhone 7.
Potremo utilizzare il sensore per sbloccare il nostro Mac evitando di inserire la password ma soprattutto sarà possibile autorizzare un pagamento tramite Apple Pay.

Hardware

Il MacBook Pro, come abbiamo detto, viene venduto nelle due versioni da 13 e 15 pollici, queste si differenziano ovviamente anche per le prestazioni e per le caratteristiche hardware.

All’interno del modello da 13 pollici (con Touch bar) troviamo di base un processore Intel Core i5 Dual-Core, 8 GB di Ram e 256Gb di SSD.
Il tutto è configurabile e possiamo arrivare fino ad un processore i7 da 3.3 GHz.

Il modello da 15 pollici invece parte con un processore Quad Core da 2.7GHz, 16GB di Ram e 256GB di SSD e può arrivare fino ad un processore Intel Core i7 quad‑core a 2,9GHz

Dimensioni

8a0a3115-verge-0

Una delle killer feature del nuovo MacBook è sicuramente rappresentata dalle dimensioni e dal peso ridotte rispetto alla precedente generazione.
Sono piuttosto interessato a questo argomento dato che trattandosi di un computer portatile credo che il peso faccia moltissimo la differenza durante l’utilizzo quotidiano, Apple da questo punto di vista non si è fatta trovare impreparata.
Il nuovo MacBook Pro da 13 pollici pesa appena 1.37Kg con uno spessore di 1.49cm, quello da 15′ invece ha un peso di 1.83Kg e uno spessore di 1.55cm. 
Per fare un confronto basta pensare che il MacBook Air 13′ (RIP) pesa 1.35Kg con uno spessore massimo di 1.7cm.

Tastiera

8a0a3046-verge-0

Dopo averla introdotta con il MacBook, Apple ha portato la “tastiera a farfalla” anche sul MacBook Pro.
Questo meccanismo è piuttosto comodo durante l’utilizzo anche se almeno inizialmente servirà del tempo per abituarsi.

Trackpad

Il trackpad del nuovo MacBook è un’altra feature piuttosto interessante.
Questo componente è stato infatti rinnovato da Apple ed ora va ad occupare uno spazio decisamente maggiore rispetto alla precedente generazione di MacBook.
Questo trackpad più grande lascia spazio a nuove gesture utilizzabili all’interno di macOS Sierra senza dimenticare ovviamente la funzionalità “Force Touch”.

Colorazioni

Per la prima volta nella storia dei MacBook pro, il portatile di Cupertino viene venduto anche nella colorazione Space Gray oltre al classico grigio che ormai conosciamo molto bene.
Ovviamente il prodotto è totalmente in alluminio con il solito guscio unibody.
Stranamente non è presente la colorazione dorata che invece è stata introdotta nella linea dei MacBook (ma d’altronde poi avrebbero esaurito le novità per la prossima generazione).

Prezzi

Dire che ci siamo rimasti male quando abbiamo visto i prezzi dei nuovi MacBook Pro non rende abbastanza l’idea.
Rispetto alla precedente generazione c’è stato un aumento dei prezzi abbastanza evidente, il modello base da 13 pollici con Touch bar parte infatti da 2099€ mentre il fratello maggiore da 2799€.

Oltre a questi due modelli Apple ha messo in vendita anche un nuovo modello da 13 pollici sprovvisto di Touch Bar che costa 1749€ lasciando addirittura sullo store la generazione precedente a 1499€.



Fonte: The Verge


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.