Apple, rincari su tutta la gamma a seguito della maggiore forza del Dollaro: esclusi per ora iPhone e iPad in Italia

L’incremento nei tassi di scambio tra il Dollaro e le altre monete, incluse l’Euro, non ha tardato a farsi sentire anche per gli utenti Apple che hanno visto crescere i prezzi di numerosi prodotti Apple al termine del Keynote “Spring Forward” dello scorso Lunedì.

rincariApple

In tale contesto l’abbassamento di prezzo della Apple TV sembra più che altro uno specchietto per le allodole a fronte dei cospicui rialzi applicati in altri settori, come ad esempio quello dei MacBook Pro.

Il rincaro si attesta al 15% circa del prezzo originario, distribuendosi principalmente sui prodotti nella sezione “portable”: un MacBook Air da 11” ad esempio viene ora commercializzato a partire da 1029€ mentre l’analogo modello da 13” parte da 1179€.

Un MacBook Pro Retina in versione base con SSD da 128GB arriva ora a costare 1499€, mentre il modello con SSD da 256GB sale a 1699€ per toccare quota 2049€ con il modello equipaggiato con processore più potente.

In Italia sembrano infine stabili, per il momento, i prezzi di iPhone e iPad che invece in altre parti del mondo hanno seguito la medesima sorte in fatto di rincari: in Canada ad esempio il prezzo di un iPhone 6 si aggira tra gli 836$ e i 1099$.

Simili aggiustamenti sono stati operati in tutto il mondo, annullando quindi i margini di profitto che sussistevano non solo rispetto agli Stati Uniti ma anche tra Stati Confinanti.

 

Suddetti aggiustamenti di prezzo naturalmente non riguardano la “porzione fissa” del prezzo dei dispositivi che dipende dalle tasse e dai costi di importazione regolamentati in modo differente a seconda di ciascun paese.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.