Uno sguardo ravvicinato alla fotocamera dell’iPhone 6 e 6 Plus

Come tutti sapete da alcuni giorni Apple ha avviato la commercializzazione dell’iPhone 6 e 6 Plus, inizialmente soltanto in 8 paesi, successivamente anche in altri 22 tra cui è stata inserita anche l’Italia. In questi giorni, i vari esperti del settore hanno dunque avuto modo di studiare in maniera dettagliata la fotocamera dei nuovi iPhone e noi vi proponiamo ora un articolo dedicato proprio a questo importante componente….

iphone-6-camera

Quando Apple ha svelato l’iPhone 6 e il 6 Plus durante il keynote del 9 Settembre in molti hanno storto il naso per via della presenza, per il quarto anno consecutivo di un sensore da “soli” 8 Megapixel.
Nonostante gli 8 magapixel, sono bastati però pochi giorni di test per mostrare che questi bastano per fare foto veramente fantastiche tanto che il sito Dxomar che si occupa di recensire macchine fotografiche professionali, sensori e ottiche, ha dichiarato che l’azienda di Cupertino ha segnato un nuovo standard per quel che riguarda la fotografia con smartphone.

La nuova fotocamera presenta al suo interno un sensore della serie Exmor RS, prodotto da Sony, leggermente più grande rispetto a quello usato da Apple nell’iPhone 5S, sono presenti le 5 lenti introdotte con l’iPhone 5S e il rivestimento dell’obiettivo in cristallo di zaffiro, ora più che mai utile, visto la sporgenza della fotocamera.

an-tuong-voi-camera-cua-iphone-6-va-6-plus
Ma ora andiamo ora ad analizzare nel dettaglio quelle tecnologie e funzioni introdotte da Apple nei suoi due nuovi iPhone.

Focus Pixel

E’ questo il nome della più grande novità dell’iPhone 6 e del 6 Plus in termini di fotocamera, resa possibile grazie al processore A8 e in particolare al componente chiamato ISP (Image signal processor) che consente una correzione del distorsione della foto.

iPhone-6-Plus-Camera-Austin-Mann-001

Con il focus pixel Apple ha portato sull’iPhone 6 una funzione normalmente offerta dalle macchine fotografiche DSLR, che ci consente un autofocus decisamente più rapido (circa il doppio) rispetto all’iPhone 5S.
Oltre ad un autofocus più veloce, il nuovo processore A8 è in grado di fornire agli iPhone 6 anche una maggiore capacità nel riconoscere i volti delle persone.

iphone-6-travel-camera-review-macro.0Grazie all’introduzione del Focus Pixel sarà decisamente più semplice eseguire una serie di scatti ravvicinati ad un soggetto in movimento con la modalità Burst Mode dato che quest’ultimo rimarrà sempre a fuoco.
Lo stesso principio può essere applicato anche ai video dato che, mettendo a fuoco inizialmente un oggetto, questo rimarrà sempre visibile anche se la sua posizione varierà nel tempo.

Un esempio piuttosto valido del funzionamento di “Focus Pixel” è contenuto in questo video girato da Austinmann, un fotografo che ha mostrato tutte le potenzialità, in termini di fotocamera, dell’iPhone 6 e 6 Plus durante un periodo passato a Reykjavik e da cui abbiamo attinto gran parte del materiale che mostreremo in questo articolo.
Nel video in questione viene lanciata una pietra e viene mostrato il confronto tra il video girato con iPhone 6 dove il soggetto è sempre a fuoco e l’iPhone 5S dove invece, dopo il lancio non è più possibile distinguerlo dallo sfondo.

Stabilizzazione

Con l’iPhone 6 Plus Apple ha finalmente introdotto sul suo top di gamma la stabilizzazione ottica, una funzionalità presente già da qualche tempo sui dispositivi della concorrenza che l’azienda ha voluto lanciare come feature esclusiva del modello da 5.5 pollici.
Questa stabilizzazione ottica funziona grazie ad alcuni elementi del nuovo iPhone 6 Plus, in primis troviamo la lente, riposizionata rispetto al passato e poi il processore A8 coadiuvato dal coprocessore di movimento M8.

Nel momento in cui si va a girare un video,la prima stabilizzazione viene svolta grazie al nuovo posizionamento della lente rispetto al passato, ora infatti questa si trova all’interno di un alloggiamento in cui si può muovere in varie direzioni opposte al tremolio delle mani.

Apple_Oct_2014_163-730x4861-721x310

La seconda parte della stabilizzazione del video avviene invece tramite software e prende il nome di “Cinematic video stabilization”.
Questa funziona grazie all’utilizzo del processore A8 e in particolare del componente chiamato “image signal processor” o più comunemente “ISP” presente anche sul 5S ma decisamente migliorato sui nuovi modelli.

Per quel che riguarda invece l’incidenza della stabilizzazione ottica dell’iPhone 6 Plus nello scatto delle fotografie, questa è evidente nelle situazioni di scarsa luminosità quando il dispositivo sarà in grado di aumentare il tempo di esposizione facendo entrare più luce nel sensore e restituendo così all’utente delle fotografie più luminose e con meno rumore rispetto come invece avverrebbe sul modello da 4.7 pollici.

Il confronto presente qua sotto tra una foto scattata con iPhone 5S e una con iPhone 6 Plus dimostra come la stabilizzazione e il maggior controllo dell’esposizione possano essere determinanti nella resa finale.
La foto scattata con iPhone 5S è infatti decisamente sgranata ed è presente un forte rumore, quella scattata con iPhone 6 Plus, è più chiara e soprattutto i vari oggetti sono più definiti e visibili.

confr

Anche in questo secondo esempio, specialmente nel momento in cui si va ad eseguire lo zoom sulla foto, è evidente come quella scattata con iPhone 6 sia meno rumorosa e più definita della prima, ma soprattutto è bello vedere come i colori siano sempre più vicini a come sono nella realtà.

zoom

L’esposizione non sarà determinata solamente in maniera del tutto automatica ma anche l’utente potrà andare a decidere in che modo scattare la foto, se ottenerla una sovra esposta o una sotto esposta.

Senza titolo-4

Questa funzione, chiamata “Exposure control” è disponibile sia su iPhone 6 che su iPhone 6 Plus e l’utente può gestirla direttamente dall’app fotocamera tramite lo slider dedicato.

Cattura

Come abbiamo già detto l’iPhone 6 non è dotato di stabilizzazione ottica ma può fare solamente affidamento su quella automatica via software che, nel momento in cui dovremo andare a scattare una fotografia, andrà ad unire in una foto, 4 scatti presi con 4 tempi di esposizione breve.
Nonostante l’assenza di questa funzione, i video girati con iPhone 6 non sembrano troppo diversi in quanto a stabilità rispetto a quelli del fratello maggiore e Dxomark li ha addirittura apprezzati maggiormente.

 Video, Timelapse e Slow Motion


Ha rivoluzionato le foto, rivoluzionerà anche i video.

Entrando nel sito Apple questo è il messaggio che l’azienda invia agli utenti intenzionati all’acquisto dell’iPhone 6, la fotocamera infatti non vi consentirà solamente di scattare foto migliori ma anche di girare video eccezionali.
Abbiamo già parlato delle funzioni che renderanno i video migliori (Focus Pixel e stabilizzazione) e ora vogliamo quindi analizzare i cambiamenti dal punto di vista della qualità.

L’iPhone 6 è in grado di registrare video a 1080p a 30 o a 60 frame per secondo, per attivare questa funzione sarà necessario recarsi nelle impostazioni della fotocamera e selezionare la voce “Registra video a 60 fps“.
Questa opzione è particolarmente utile specialmente nel caso in cui stiate utilizzando un dispositivo da soli 16GB dato che i video a 60fps andranno ad occupare uno spazio decisamente maggiore rispetto a quelli girati a 30fps.

Oltre a migliorare la qualità dei video, Apple ha fatto un passo avanti anche per quel che riguarda lo slow motion, funzione originariamente introdotta con l’iPhone 5S e ora migliorata in maniera decisamente evidente.
Sarà ora possibile girare video in slow motion a 240 frame per secondo a 720p e non a 1080 come avviene per i video normali.
Il risultato che si otterrà è decisamente fantastico e in molti hanno paragonato i video girati in slow motion con l’iPhone 6 e il 6 Plus a quelli girati con la Go Pro Hero 3.

A dimostrazione di quello che stiamo dicendo vi invitiamo a visionare il video di Austinmann girato con l’iPhone 6 a 240fps:

Un’altra interessante funzione riguardante il comparto fotografico dell’iPhone 6 è rappresentata dalla possibilità di girare video Timelapse. Questa feature non è in realtà esclusiva dell’iPhone 6 e 6 Plus ma è stata introdotta con iOS 8.
Chiaramente, grazie alla qualità della fotocamera di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, questa funzione darà il meglio proprio su questi dispositivi e, anche in questo caso, vi mostriamo un video timelapse girato da Austinmann:

Modalità panorama

Introdotta originariamente con l’iPhone 5, la modalità panorama ha subito un grande rinnovamento con l’arrivo dell’iPhone 6.
Quello che salta subito all’occhio nel momento in cui si vede una fotografia panoramica scattata con l’iPhone 6 o il 6 Plus è la definizione dell’immagine che è decisamente maggiore rispetto a quella che il 5 era in grado di offrire.
Si passa infatti da una foto panoramica scattata con iPhone 5/5S a 28 megapixel ad una foto da ben 43 megapixel.

download (1)

Conclusioni

Come avete avuto modo di vedere dalle foto e dai video presenti nell’articolo la fotocamera dell’iPhone 6/6 Plus fa il suo dovere in maniera davvero egregia.
In più di una occasione siamo rimasti stupiti dalle differenze notevoli visibili tra una foto scattata con iPhone 6 e una con iPhone 5S nonostante che la qualità delle foto scattate con quest’ultimo fosse già davvero impressionante di suo.

Con iPhone 6 Apple ha dimostrato che la quantità dei megapixel non è tutto in un cellulare, è bastato lavorare sulle lenti, sulla stabilizzazione e sull’hardware del device per avere un miglioramento davvero notevole sotto questo punto di vista.

All’alta qualità della fotocamera si aggiunge anche un altro fattore determinante, ovvero i miglioramenti che ha subito l’applicazione Immagini.
Quest’ultima non solo ha ora al suo interno una enorme quantità di impostazioni rispetto al passato che consentono la modifica delle fotografie ma è perfettamente integrata anche con le app di terze parti grazie alle estensioni introdotte in iOS 8.

Adesso a voi la parola, avete provate i nuovi iPhone 6 e la loro fotocamera? Quali sono state le vostre impressioni? Fatecelo sapere tramite i commenti.


Fonti :


6 commenti

  1. io provate sul pc e sulla tv, a parte le foto con poca luce migliorate, per il resto tutta sta differenza col 5s non la vedo, io più quando si zumma la mancanza di pixel si vede, ho una foto fatta con il 6 e con un s4, quella con l’s4 zummata regge alla grande, con il 6 sfuoca subito, quindi??? da possessore di iphone, comprerò anche il 6 s, ma come sempre parecchio fumo… 😉

  2. Di niente mio, è che il 5s con un pò di tweaks giusti è veramente una bomba.
    Oggi ho incontrato un mio amico con il plus bel taschino del jeans, inutile dire la scomodità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.