Apple rilascia ufficialmente iOS 10

Come da programma Apple ha rilasciato oggi al pubblico dopo tre mesi di beta testing iOS 10. Andiamo a vedere insieme quali sono le principali novità di questo update.


ios10intro

iOS 10 è finalmente tra noi, alle 19.00 ora italiana Apple ha finalmente reso disponibile questo importante aggiornamento software per tutti gli utenti.
L’update può essere installato sui seguenti dispositivi:

  • iPhone 5 e successivi
  • iPad Mini 2 e successivi
  • iPad 4 e successivi
  • iPod Touch di sesta generazione

easytouse_medium

Durante gli ultimi tre mesi abbiamo avuto modo di provare da vicino iOS 10 seguendone tutto lo sviluppo.
Anche se la maggior parte delle novità potranno essere sfruttate solamente dopo l’aggiornamento delle applicazioni da parte degli sviluppatori abbiamo avuto modo di farci un’idea apprezzando moltissimo le novità introdotte da Apple.

Lockscreen

08

Nel corso degli anni Apple non aveva mai rivoluzionato la lockscreen di iOS che aveva quindi mantenuto lo stesso design.
Con iOS 10 le cose sono cambiate, nel momento in cui andiamo a accendere lo schermo notiamo subito una differenza, sparisce la storica scritta “Scorri per sbloccare“, sostituita da un “Premi per sbloccare” che già da Giugno aveva in parte anticipato il nuovo tasto home presente sull’iPhone 7.

Scorrendo da sinistra verso destra non andremo più a sbloccare il nostro dispositivo ma accederemo ad una nuova schermata contenente i widget che abbiamo installato sul nostro dispositivo.
Con uno swipe da destra verso sinistra invece avremo accesso diretto alla fotocamera, si tratta di un cambiamento che, almeno per me, è risultato molto comodo.

3D Touch

04

Quando Apple ha presentato l’iPhone 6S introducendo il 3D Touch ho pensato fin da subito che questa tecnologia non fosse sfruttata a dovere da iOS.
Dopo 12 mesi le cose sono cambiate in maniera abbastanza evidente, il 3D Touch presente su iPhone 6S e successivi viene ora sfruttato in modo corretto grazie ad iOS 10.

Tramite una “pressione forte” sullo schermo sarà possibile accedere a dei piccoli widget relativi alle varie applicazioni che abbiamo installato e potremo interagire maggiormente con l’app andando a svolgere funzioni più complesse rispetto al passato.

L’utilizzo del 3D Touch è stato poi esteso anche ad altri punti del sistema, potremo infatti interagire con le notifiche rispondendo ad un messaggio oppure eliminare tutti i vari banner presenti all’interno del “Centro notifiche” mediante un solo tap.

Messaggi

00

Con iOS 10 Apple ha deciso di apportare numerose modifiche all’interno dell’applicazione Messaggi.
Le modifiche riguardano in particolar modo il comparto iMessage che è stato per la prima volta aggiornato andando a colmare il gap che si era formato con le numerose applicazioni di messaggistica istantanea.

Prendendo spunto da Telegram e da Line Apple ha introdotto la possibilità di inviare sticker mediante iMessage.
Gli sticker potranno essere sviluppati direttamente dagli sviluppatori e saranno scaricabili dall’App Store.

Oltre alla possibilità di creare sticker, Apple ha anche messo a disposizione numerose API che potranno essere sfruttate dai developer per andare a sviluppare piccole applicazioni da utilizzare all’interno dell’app messaggi.

Notifiche e nuovo design

05

Dopo il redesign apportato da Apple con iOS 7 il sistema di casa Apple era rimasto pressoché identico dal punto di vista del design.

Con iOS 10 Apple ha deciso di apportare alcune piccole modifiche che vanno a rifinire un OS già piuttosto bello da vedere.
Le forme dei banner di notifica, dei popup e del centro di controllo sono state leggermente modificate e ora risultano leggermente tondeggianti rispetto al passato.
Alcune modifiche riguardano anche la colorazione del centro di controllo, ora i toggle sono di vari colori mentre lo sfondo è più sfocato.

Nel complesso si tratta di un risultato davvero apprezzato.

Mappe

06

Dopo il rilascio avvenuto con iOS 6, Apple ha lavorato moltissimo per migliorare le mappe che, almeno inizialmente, erano risultate piuttosto mal sviluppate.
Alle numerose novità introdotte negli anni passati si vanno ad aggiungere quelle che troviamo in iOS 10.
Il software di Apple sarà ora in grado di suggerire delle destinazioni basandosi sui luoghi che visitiamo più frequentemente.

Anche per le mappe Apple ha poi deciso di introdurre delle API da far utilizzare agli sviluppatori.

Musica

image_large_2x

Con i suoi 19 milioni di iscritti paganti Apple Music è ormai l’unico degno competitor di Spotify, ad un anno dal lancio l’azienda di Cupertino ha dimostrato di puntare moltissimo su questo progetto e ha quindi apportato miglioramenti all’applicazione Musica.

Il design dell’applicazione è ora decisamente più pulito e semplice, almeno per me questo è un bel passo avanti dato che nel periodo in cui avevo avuto modo di provare Apple Music mi era capitato più volte di perdermi nei menù che spesso mostravano opzioni troppo simili tra loro.

Una novità che Apple ha introdotto in Musica è la possibilità di visualizzare il testo di una canzone, purtroppo questa modalità non è presente in Spotify.

Home

Anche se manca ancora un primo dispositivo “domotico” di Apple, l’azienda di Cupertino ha mostrato una particolare attenzione verso questo campo rilasciando all’interno di iOS 10 la nuova applicazione Home.

Tramite l’applicazione home, che funziona anche tramite il control center grazie a dei pratici widget, l’utente potrà andare a gestire tutti i dispositivi presenti all’interno della sua casa.
Potremo accendere e spegnere delle luci, aprire le porte o le finestre il tutto dal nostro smartphone anche trovandoci fuori casa.

Siri

siri

Oltre al Raise to wake le nuove API di Siri sono una delle feature di iOS 10 che più mi interessano e mi spingono ad eseguire l’update.
In questo caso ci troviamo di fronte ad una feature messa a disposizione da Apple che dovrà essere sfruttata nel modo giusto dagli sviluppatori.

Dopo anni e anni infatti Apple ha deciso di aprire il suo assistente virtuale alle applicazioni di terze parti.
Con queste nuove API gli sviluppatori potranno finalmente far interagire gli utenti con le varie applicazioni utilizzando la voce.

Sarà possibile ad esempio inviare un messaggio tramite WhatsApp semplicemente utilizzando Siri e la nostra voce.

Alza per attivare

99

La funzionalità “Alza per attivare” (Raise to wake è il nome originariamente scelto da Apple) è una di quelle feature che da sola valgono l’aggiornamento di iOS.
Presente solamente su iPhone 6S e successivi questa funzione ci consentirà di accedere alla lockscreen del nostro dispositivo semplicemente sollevando il dispositivo verso l’alto.

In questo modo sarà semplicissimo visualizzare le notifiche presenti nella lockscreen e soprattutto potremo sbloccare il nostro smartphone utilizzando il touch ID con una rapidità assurda.


1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.