Apple presenta ufficialmente iOS 9

Come era ovvio, durante il WWDC Apple ha svelato iOS 9 l’aggiornamento del sistema operativo mobile di Cupertino che, almeno per ora, ci è sembrato più corposo rispetto ad OS X El Capitan che non ha stupito troppo per le novità. Andiamo a vedere cosa troveremo in iOS 9…

iOS 9

La parte di keynote riguardante iOS 9 è iniziata con alcune statistiche riguardanti iOS 8, l’adozione di questo sistema operativo è stata veramente ottima e più dell’80% dei dispositivi sono stati aggiornati, un dato certamente confortante per Apple, sopratutto se confrontato con i dati di adozione di Android 5.

apple-wwdc-2015_0658

Siri e Proactive

Passando per altri dati e statistiche si è arrivati a parlare di Siri che ogni settimana riceve circa 1 miliardo di domande da parte degli utenti.
L’assistente vocale di Cupertino è stato migliorato anche dal punto di vista della affidabilità e della velocità con miglioramenti che a quanto pare sembrano essere piuttosto evidenti (almeno dalla demo).

apple-wwdc-2015_0671 (1)

Siri, con iOS 9 sarà in grado di capire dove ci troviamo, sul palco è stato fatto un esempio molto semplice, se siamo in macchina e vogliamo fissare un promemoria, Siri ci chiederà quando vogliamo che ci venga ricordato e noi potremo rispondere “Quando sarò a casa”. Si tratta di una funzione davvero semplice ma che potrebbe risultare piuttosto comoda durante l’uso quotidiano.

apple-wwdc-2015_0686

Dopo questo mini-update di Siri, si è passato a parlare di Proactive, la funzionalità di cui si era parlato già qualche giorno fa che, almeno stando a ciò che è stato mostrato nel video sembra capace di grandi cose.
Proactive andrà ad integrarsi in varie parti di iOS 9, sul palco sono state mostrate alcuni possibili utilizzi:

  • Se ci troviamo in macchina e siamo soliti ascoltare un determinato tipo di musica, Proactive sarà in grado di far partire la musica in automatico

apple-wwdc-2015_0697

  • Ricevendo un invito nel calendario, ci verrà mostrato nella lockscreen un banner in cui troveremo le indicazioni per arrivare nel posto desiderato
  • Ricevendo una telefonata da un numero sconosciuto Proactive proverà a matchare il numero con le nostre mail per trovare eventuali corrispondenze e provare a dire in anticipo chi potrebbe essere l’interlocutore.

apple-wwdc-2015_0710

Come era stato previsto Proactive andrà a posizionarsi alla sinistra della nostra homescreen, oltre alla barra di ricerca saranno presenti alcuni suggerimenti tra cui le app più utilizzate, i contatti preferiti e alcune notizie.

apple-wwdc-2015_0718

Riguardo a questa schermata di Proactive, la notizia più importante riguarda però la disponibilità di API pubbliche che saranno utilizzabili dagli sviluppatori per interagire al meglio con questa feature.
apple-wwdc-2015_0738 (1)

Note

L’applicazione Note di iOS, così come quella di OS X è stata migliorata e sono state introdotte tante nuove funzionalità che prima non erano presenti.

apple-wwdc-2015_0992

Sarà finalmente possibile creare un elenco puntato all’interno dell’applicazione Note, importare una fotografia in modo semplice e addirittura fare dei piccoli disegni, condivisibili poi con altre applicazioni.

apple-wwdc-2015_1000

Piuttosto interessante è, a mio parere, la possibilità introdotta di salvare all’interno delle note i link che apriamo dal browser tramite lo share sheet di Safari.

Mappe

Prima di passare alle novità importanti, Federighi si è soffermato sull’applicazione Mappe di iOS, utilizzata 5 miliardi di volte ogni settimana, andando ad elencare le principali novità introdotte con iOS 9.

apple-wwdc-2015_1017

Come era stato previsto le Mappe di iOS 9 saranno in grado di mostrare indicazioni stradali che riguardino anche spostamenti con i mezzi pubblici. La funzione sarà disponibile solamente in alcune città, almeno all’inizio, ma si spera che in breve tempo venga resa disponibile un po’ ovunque.

apple-wwdc-2015_1021

News

Durante il keynote è stata poi mostrata una nuova applicazione chiamata News che a quanto pare dovrebbe andare a sostituire l’Edicola.

apple-wwdc-2015_1068

Come indica il nome, l’applicazione in questione ci permetterà di leggere notizie, durante la demo l’app è sembrata davvero fatta bene, ovviamente prima di dare un giudizio sarà necessario provarla.

apple-wwdc-2015_1101

Al momento non è del tutto chiaro se sarà possibile scegliere solamente tra le fonti decise da Apple, che saranno disponibili all’interno di una tab denominata “Explore” o se ogni utente potrà aggiungere quelle preferite.

Apple non si è solamente interessata al modo in cui gli articoli verranno visualizzati all’interno dell’app, grande importanza è stata data anche alle immagini, una funzione chiamata “Mosaico delle Foto”, sarà in grado di mostrare i contenuti dell’articolo in modo davvero curato.

apple-wwdc-2015_1193

Anche in questo caso, come è successo con altri servizi che sono stati presentati oggi, Apple ha sottolineato come non verrà inviata alcuna informazione all’azienda, il tutto quindi funzionerà nel totale rispetto della privacy.

iPad

Finalmente dopo tante piccole novità che durante la diretta ci avevano un po’ annoiato, Apple ha presentato la funzionalità più attesa, come previsto riguarda l’iPad e la produttività.
La parte di keynote riguardante iOS 9 sull’iPad è iniziata con la presentazione delle nuove funzionalità dedicate alla tastiera, questa è stata migliorata con l’introduzione di alcuni nuovi pulsanti che permetteranno di copiare/incollare il testo, aggiungere foto o allegati (nelle app compatibili) e segnare il testo in grassetto un po’ come succede sull’iPhone 6 Plus.

apple-wwdc-2015_1244

La novità più interessante però riguarda il nuovo multitasking che è stato introdotto sull’iPad e che ha causato non poche maledizioni verso Apple durante il keynote da parte del sottoscritto (dopo capirete perchè).

apple-wwdc-2015_1264

Il multitasking dell’iPad su iOS è stato decisamente rinnovato e migliorato con l’introduzione di quelle funzionalità che da tempo gli utenti richiedevano.
La prima novità riguardante il multitasking la potremo notare direttamente nel momento in cui andremo a premere per due volte il tasto Home, al posto della visualizzazione a schede che era stata introdotta con iOS 7, troveremo un nuovo design che sembra al momento piuttosto carino.

apple-wwdc-2015_1273

La seconda novità riguardante il Multitasking si chiama SlideOver, con uno swipe da destra verso sinistra all’interno delle applicazioni sarà possibile posizionare una applicazione accanto all’altra, nei primi 2/3 di schermo sarà presente la prima app, nella parte restante l’altra.

apple-wwdc-2015_1280

Dalla stessa schermata sarà possibile, tramite una gesture, andare a cambiare l’app presente in dual screen selezionandola tra quelle al momento aperte

apple-wwdc-2015_1289

E’ poi stata presentata la seconda novità riguardante il Multitasking, chiamata SplitView, questa ci permetterà di utilizzare due applicazioni contemporaneamente sul nostro schermo e potremo interagire con l’una e con l’altra anche spostando fotografie o altri contenuti.
L’utente potrà decidere come suddividere lo schermo e quando spazio assegnare alle applicazioni aperte.

apple-wwdc-2015_1306

La seconda novità riguardante il Multasking si chiama VideoPane PiP ovvero Picture in Picture, questa ci permetterà di continuare a visualizzare filmati anche mentre staremo utilizzando un’altra applicazione sul nostro iPad.

apple-wwdc-2015_1344 (1)

La cosa che ha fatto innervosire che sta scrivendo questo articolo è relativa al modo in cui le funzionalità riguardanti il multitasking verranno rese disponibili.

SplitScreen infatti sarà resa disponibile solamente su iPad Air di seconda generazione, le altre funzioni ovvero PiP e SlideOver saranno invece utilizzabili anche su iPad Air 1 e sugli iPad Mini.

apple-wwdc-2015_1367

La parte del keynote relativa ad iOS 9 si è conclusa con alcune altre piccole notizie:

  • Lo spazio necessario per eseguire l’update via OTA è stato ridotto da 4.9 GB a 1.3
  • Lo spazio occupato da iOS è stato ridotto di circa 600 MB
  • La gestione della batteria su iOS dovrebbe essere stata migliorata, per questo dobbiamo aspettare test più approfonditi.

apple-wwdc-2015_1388

Rilascio e disponibilità

iOS 9 sarà disponibile da oggi per i soli sviluppatori, a partire da Luglio sarà in beta pubblica, il rilascio definitivo è previsto per l’autunno.

apple-wwdc-2015_1509

Grandi notizie anche per quel che riguarda la compatibilità di iOS 9, i dispositivi compatibili saranno gli stessi che hanno ricevuto iOS 8 quindi iPhone 4S e superiori, iPad 2 e superiori e l’iPod Touch 5G.

apple-wwdc-2015_1513


9 commenti

  1. scusa Luca ma è inutile che ti innervosisci per il fatto che la SplitView sia disponibile solo su iPad Air 2, dato che la motivazione è molto semplice: è l’unico dispositivo ad avere 2gb di ram.
    Evidentemente è un requisito fondamentale per fare in modo che le due app, in memoria contemporaneamente, non lagghino….ad esempio Safari sugli iPad con 1 solo gb di RAM tende a ricaricare molto i Tab già quando lo apri da solo, figuriamoci se di fianco hai anche aperto un’app pesantuccia in SplitView…

      1. secondo me se fosse stato un fatto di Marketing avrebbero incluso almeno iPad Air non credi? certo è che Apple non è Santa per nulla, anche perché porca vacca 2gb di RAM su iPad Air e su iPhone 6 plus ALMENO avrebbero dovuto metterli!!!

  2. Raga, ammetto che forse la stanchezza non mi aiuta… Io non riesco s capire la differenza tra le due funzioni….splitview e slideover…. Boh!

    1. Slideover potremmo definirla come un’evoluzione della risposta rapida introdotta in iOS 8… per dire, ti arriva un messaggio mentre sei su safari, fai uno swipe, rispondi al messaggio e chiudi. Ma ovviamente può essere usato anche se non ricevi delle notifiche.

      Splitview è il passo successivo, dopo aver selezionato la finestra nello Slideover si può avviare la modalità Splitview appunto, in cui puoi dividere lo schermo a metà oppure a un terzo per un app e due terzi per l’altra.

      Detto in parole semplici, Slideover sarebbe la finestra da cui selezioni la seconda app da inserire su Splitview. La differenza sta nel fatto che anche nello stesso Slideover puoi interagire con l’app.

    2. quoto “lol”, e per darti una mano in più a capire, considera lo slideOver come un Notification Center laterale, ma che ti “presenta” un’app

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.