Il Jailbreak sarà illegale dalla prossima settimana! [AGGIORNATO con link approfondimento]

La Biblioteca del Congresso ha stabilito durante il mese d’ottobre del 2011 che fare alcune modifiche sul proprio dispositivo mobile era legale, malgrado la Digital Millennium Copyright Act..Jailbreak-iOS-6-and-iPhone-5-UntetheredLe leggi sono state ancora una volta modificate quando il jailbreak è stato reso illegale sui tablet (con specifico riferimento ai procedimenti che permettono lo sblocco della baseband senza prima aver ricevuto il consenso del proprio operatore).

Un lasso di tempo di 90 giorni è stato messo per permettere al consumatore di comprare un telefono e sbloccarlo. Comunque questa ‘concessione‘ verrà revocata in data 26 gennaio, così come riporta TechNewsDaily.

La maggior parte degli operatori telefonici bloccano i loro telefono per evitare che il cliente passi verso la concorrenza. A partire dalla prossima settimana, i consumatori statunitensi non avranno più il permesso di sbloccare la parte telefonica dei loro cellulari senza il consenso del loro operatore telefonico.

Quanto manca perché una stretta così potente sulla libertà del consumatore attraversi l’Atlantico? Non è chiaro. Certo è che non esistono specifiche leggi in merito nel nostro continente, ma vista la tendenza sempre più affermata in Europa di limitare la libertà di fare quel che si vuole con il prodotto acquistato (sia esso un libro, un brano musicale o uno smartphone…) restiamo in attesa di diventare tutti criminali.

AGGIORNAMENTO: Informazioni più dettagliate e approfondite, potete reperirle visionando questo articolo.

Fateci sapere cosa pensate con un commento qua sotto.



Fonte: BGR


17 commenti

  1. Siamo pupazzi nelle mani di questa gentaglia,non siamo più liberi di fare quel che si vuole con il prodotto che ABBIAMO PAGATO,Questa non è Libertà,non siamo più proprietari e padroni di NIENTE.

    1. Nessun iPhone Italiano è venduto con il blocco operatore. Al contrario molti terminali android sono venduti con tale blocco in particolare da Tre Italia

  2. Il discorso non è proprio così che va affrontato. Innanzi tutto il telefono bloccato costa meno proprio perchè l’operatore decide di investire sul cliente e spera di ammortizzare il costo, di cui esso stesso si fa carico, impedendogli di cambiar e operatore. Io non ci vedo nulla di male. Altrimenti ti compri un telefono a prezzo pieno e ci fai quello che ti pare! Se di “illegalità” si parla in america non lo so perchè con la common law non è sempre semplicissimo. Da noi in europa ciò non è possibile xè una volta acquistata la proprietà di un bene quello è tuo e ci fai quello che ti pare! Altro discorso sarebbe se l’operatore lo concedesse in comodato d’uso (non vendita a rate!), in tal caso il cambio di destinazione d’uso potrebbe dar luogo ad un illecito contrattuale e l’operatore potrebbe decidere di agire in vario modo contro il cliente, ma sempre in sede civile, mai penale!

    1. No, non è esattamente questo il problema: la legge fa distinzione tra la possessione del bene materiale e la possessione del software ( iOS ) che in questo caso non è dell’acquierente che se lo vede concesso in licenza da parte di Apple.

      Abbiamo trattato con accuratezza la questione legale nel nostro articolo precedente: http://www.biteyourapple.net/2012/11/04/jailbreak-illegale-dal-prossimo-anno/
      Questo voleva essere un promemoria della situazione attuale e dei prossimi cambiamenti.

  3. Ma si parla di jailbreak o unlocking? So che negli USA praticamente sono sinonimi, perché chi fa il jailbreak lo fa per sbloccare il proprio dispositivo, ma se si tratta del solo unlocking della baseband il titolo è fuorviante.
    In ogni caso sono d’accordo con Alberto: se compro un iPhone a 200 euro è OVVIO che il resto dei soldi li devo all’operatore attraverso un contratto di due anni. Qui funziona diversamente perché l’acquisto del telefono è spesso accompagnato da finanziamento che non ha nulla a che fare con l’operatore.
    Comunque suggerisco di seguire @chronic che sta facendo intendere che la sua attività chronicunlocks non cesserà di esistere.

  4. Scusate ma qua in Italia questo discorso al momento non è applicabile, visto che se prendo un iPhone con un abbonamento posso comunque metterci dentro la SIM che voglio..

  5. In America l’unlocking è sinonimo di jailbreaking perchè buona parte degli iphone vengono venduti con contratti vincolanti che qui da noi ci possiamo solo sognare. Alle compagnie americane da fastidio l’unlocking che però senza jailbreak non esiste e di conseguenza fanno la loro guerra al jailbreaking.

  6. Beh in svizzera è la stessa cosa. qui abbiamo le offerte che paghi “poco” il telefono ma sei legato all’operatore..
    chiaro è da definire bene cosa si intende in questo caso per jailbreaking.. se sblocco della baseband o solo installazione di cydia. in ogni caso se io jb il mio telefono, tenendo sempre il mio operatore non fa male a nessuno, e se comprassi un telefono dall’operatore X con contratto di 2 anni, e poi utilizzo una scheda prepagata di un’altro operatore.. Y chissene frega, io devo in ogni caso continuare a pagare il mio contratto alla ditta X. quindi sinceramente non vedo dove sia il problema.
    illegale o no, è solo questione di una nota accanto ad un numero. noi restiamo quelli che siamo e continueremo a fare ciò che facciamo. 😀

  7. Se ho ben capito però se hai acquistato un terminale prima del 1-1-2013 sei nel diritto di poterlo jailbrekkare liberamente giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.