“Ottenere di più spendendo meno”: al confronto iPad Mini e Kindle Fire HD

Dopo le critiche di Amazon nei confronti del nuovo iPad Mini, sembra che anche gli utenti stiano reagendo in maniera sensata alle ultime stravaganze in fatto di prezzi e restyling da parte del colosso californiano Apple.

 

Ironia a parte – non vogliatemene per l’introduzione era solo una riflessione in chiave ironica – dalla presentazione dell’iPad Mini le vendite del Kindle Fire da 7” sono aumentate considerevolmente ed anche la politica di Amazon nei confronti di Apple si è fatta più decisa.

Basti guardare alla tabella comparativa che è stata di recente introdotta sul sito di Amazon sagacemente intitolata  “Ottenere di Più Spendendo Meno” e che riassume le differenze principali tra Kindle Fire e iPad Mini.

Molti, anzi moltissimi utenti staranno già digrignando i denti al pensiero di confrontare un iPad con un Kindle Fire tuttavia ci sono alcuni validi motivi su cui soffermarsi prima di affrontare una simile spesa.

Nota per il lettore: la difficoltà nel reperire tutte le informazioni presenti nella tabella ha portato all’utilizzo di stili di misura ibridi, laddove convivono unità metriche decimali e unità non-decimali. Al lettore che ne avesse interesse non mancheranno i mezzi per poter convertire tali misure nel formato desiderato.

Alcune delle differenze non sono sicuramente tali da togliere il fiato, tuttavia ci sono alcuni punti significativi su cui vale la pena riflettere.

Anzitutto consideriamo l’accoppiata Processore e Memoria RAM disponibile su entrambi i modelli: mentre l’iPad Mini sfrutta un Dual Core A5X da 1GHz con appena 512 MB di RAM il Kindle Fire vanta ben 2GB di RAM con un processore Dual Core IMAP da 1,5 GHz nella sua versione di punta.

Volendo restare in ambito base, e dunque considerando il semplice Kindle Fire HD anzicchè il più spazioso e costoso Kindle Fire HD da 8”, il vantaggio di avere ben due giga di RAM è innegabile e anche quei 200MHz di clock in più sul processore non sono poi da buttare via.

Ad ogni modo questi sono soltanto vezzi tecnici se paragonati alle reali motivazioni che hanno permesso ad Amazon di dare scacco matto ad Apple sul versante iPad Mini.
Ciò che davvero sta infastidendo molti utenti èl’atteggiamento di presunzione da parte di Amazon, che addirittura ha affermato che il nuovo iPad Mini non possiede un Display HD e non tiene testa alla risoluzione del suo Kindle Fire HD.

Ebbene, quanto affermato da Amazon è corretto: non solo la densità di pixel dello schermo dell’iPad Mini è lievemente inferiore rispetto a quella del Kindle Fire, il che è un bel pugno nell’occhio per chi ha imparato ad apprezzare lo schermo retina, ma soprattutto l’iPad Mini non è effettivamente qualificabile come dispositivo HD !

Molti potrebbero infatti obiettare che “La risoluzione del nuovo iPad Mini è di 1024 x 768 pixel, e poiché il sistema HD ha come definizione minima il canonico 720p allora l’iPad Mini può qualificarsi come dispositivo HD!” e tuttavia sarebbero in errore.

Infatti lo standard HD 720p prevede una risoluzione minima di 1280 x 720 con un aspect ratio di 16:9, e sebbene l’iPad Mini possieda ben 48 pixel in più del necessario in altezza ha ben 256 pixel in meno in larghezza per rientrare nel suddetto standard.

Questo ci porta alla seconda differenza essenziale tra i due dispositivi, ovvero l’incapacità di riprodurre contenuti in HD da parte dell’iPad Mini:  tecnicamente infatti quest’ultimo ha circa il 15% di pixel in meno del necessario per riprodurre contenuti in HD.
Pertanto sebbene possiate tranquillamente trasferire contenuti in HD sull’iPad Mini questi verranno automaticamente ri-campionati ad una risoluzione inferiore durante la visualizzazione, che corrisponde a circa l’85% del valore di un Full HD.

Indubbiamente la qualità di uno schermo non si basa unicamente sul numero dei suoi pixel, ma dopo aver visto da vicino un Kindle Fire HD da 8” posso assicurarvi che non stiamo paragonando lo schermo bitonale grigio di un Nokia 3310 con quello Retina dell’iPad 3.

Quasi come un de-ja-vù ritorna poi la quasi ossessiva tendenza di Apple a trasfigurare i dati reali circa le prestazioni wireless dei propri dispositivi: infatti il nuovo iPad Mini pur avendo a disposizione un’interfaccia wireless avanzata in dual channel ( 2,4 e 5 Ghz ) non può competere in velocità con il sistema Dual-Band Dual-Antenna del Kindle Fire HD che sfrutta in modo combinato entrambe le antenne per ottimizzare la ricezione o la trasmissione dei dati.

Certamente l’iPad dispone di una base applicativa nettamente superiore e di una vasta gamma di opzioni proprietarie Apple incluse nel sistema iOs, come ad esempio iCloud e iMessage, tuttavia è ridicolo pensare che non sia stata integrata una banale coppia di altoparlanti stereo in questo ultimo modello. E inoltre il prezzo di 329$ è decisamente inferiore rispetto a quello di partenza del Kindle Fire HD di soli 199$.

In conclusione, non vogliamo influenzare nessuno né tantomeno additare un prodotto in favore del suo concorrente: vogliamo piuttosto far riflettere gli utenti al fine di indirizzare al meglio le loro finanze verso un investimento che non risulti inutile o poco pratico. 😉


Fonti :


5 commenti

  1. Complimenti per l’articolo non di parte e oggettivo. Nulla da dire, ipad mini perde in partenza con il buon Kindle Fire HD e straperde con l’ottimo nexus 7. Da utente Apple mi ritengo schifato dalle ultime mosse di mercato (intendo ipad mini, ipad 4, alzare il prezzo delle app ecc) e infatti proprio oggi che sono usciti i nuovi nexus 4, 7 e 10, dico che Apple rischia davvero di schiantarsi con i prezzi che sta imponendo google..se fosse vero che il Nexus 4, che sotto ogni aspetto batte iphone 5 (anche il tanto vantato retina display), fosse venduto nella versine 8 giga a 299 euro, Apple avrebbe davvero parecchi grattacapi. Nel mentre che la gente farà la fila per l’ipad mini, io mi prendo un bel nexus 7 32 GB a 249 euro..e se continua così, mi vendo anche il 4s per passare al nexus 4..Apple, svegliati, non domini più il mercato..farai la fine di Nokia!

  2. ho preso da poco un iphone 5 (provvengo da un iphone 4 e prima un 3gs) ho un htc one s aziendale, ho un ipad 2 64gb 3g, iMac, macbook pro 13,3″, un Notebook dell 6400 Aziendale, un netbook Asus EEPC da 8,9″.
    Usando da anni Win e Mac devo dire che non c’è confronto tra osX e windows, a favore di osx.
    l’iphone 4 quando usci era un pianeta avanti agli altri tra design e retina display.
    Ora la concorrenza si e’ data una mossa, windows 7 e il nuovo 8 che stò testando da alcuni giorni sono ancora indietro a osx, ma Android ha fatto passi da gigante.
    Il mio HTC one S ha dei grossi problemi a causa della non ottimizzazione del ICS 4.0.4 ma ho provato dei samsung e il nexus e non sono affatto male. Molte apps per ios sono meglio, con piu funzioni, ottimizzate per tutti i device e tutte le risoluzioni, su android ho alcuni giochi per esempio che non sono compatibili col mio one S, e su android mancano chicche come Osirx, Plane FInder AR, Pocket Universe etc…. pero’ capisco che negli ultimi anni Apple stà spremendo i suoi clienti e prima o poi si stancheranno.
    Sono stato contento nel spendere 1500Euro in un iMAc 27 quadcore ricondizionato (il prezzo pieno di 1850 Eurolo trovavo eccessivo), sono stato contento di spendere 920Euro per un MacBook Pro da 13,3″ con i5 ricondizionato (1249Euro li ritenevo troppi), sono contento di avere preso l’iphone 5 con un contratto 30 mesi (uso effettivamente i circa 800minuti al mese di telefono e i 2giga di dati) ma non avrei mai speso 839Euro per un telefono, 349 per un Nexus 4 invece si, al massimo dopo 6 mesi potrebbe valerne “solo” 250 ma non sarebbe un calo drammatico.
    Concludendo: Apple ci hai spemuto tanto, stai sfruttando la moda il brand etc… ma anche i tuoi piu affezionati clienti (ho ancora in soffitta un MAchintosh 2ci) si stanno stancando e complice l’affolata scelta del mondo Android un pensierino lo stanno facendo! Okkio a come ti muovi. Ultima cosa che mi disgusta, lo scandaloso cambio Dollaro /Euro nella politica dei prezzi e’ l’Euro che vale 1,2 Dollari e non viceversa, non possiamo pagare un Mac che cosata 1699$ 1749 EURO !!!!

  3. Grazie per l’articolo, nella mia eterna indecisione per la ricerca di un tablet economico mi avete quasi convinto a mettere un pò più mano al portafoglio per il fire HD 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.