Apple ha iniziato a rifiutare le applicazioni che utilizzano gli UDID!

TechCrunch ha riportato che Apple ha iniziato a rifiutare le applicazioni che utilizzano  l’identificatore unico dei dispositivi, conosciuto meglio come UDID.

Il sito ha fatto notare che un gran numero di sviluppatori, nel corso della scorsa settimana, ha riportato il rifiuto della propria app, proprio a causa dell’utilizzo dell’UDID degli utenti, ed Apple ha fatto sapere che aumenterà l’imposizione di questa politica per le prossime settimane.

L’UDID, per chi non lo sapesse, è un identificatore unico per ogni dispositivo montante il sistema operativo mobile iOS. In particolare, è legato all’hardware e non è modificabile dall’utente.

Apple aveva già avvisato gli sviluppatori, con l’introduzione di iOS 5, che l’utilizzo dell’UDID era deprecato e che presto sarebbe stato eliminato.

I rifiuti improvvisi, tuttavia, hanno colto di sorpresa alcuni sviluppatori:

“Ognuno si sta dando da fare per sistemare qualcosa”, ha detto Victor Rubba, amministratore delegato di Fluik, uno sviluppatore canadese che crea giochi come Jerk Office e CrackPlumber. “Stiamo cercando di essere propositivi e ci siamo già spostati ad un progetto alternativo”. Rubba ha detto che non invierà alcun aggiornamento fino a quando non vedrà come la situazione si modificherà nei prossimi giorni.

La ragione che ha portato Apple ad essere così severa, dunque, è dovuta ad un aumento della pressione sull’azienda di Cupertino a causa della privacy. Apple e alcuni sviluppatori di applicazioni, infatti, sono stati denunciati per l’utilizzo dell’UDID avendo tracciato gli utenti attraverso diverse applicazioni. Vedremo come si evolverà la situazione, continuate a seguirci!

[via]


1 commento

  1. “è legato all’hardware e non è modificabile dall’utente.”?
    però si può far credere alle app che l’udid sia un’altro attraverso tweak come udid faker!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.