Apple potrebbre implementare la tecnologia iBeacon negli AppleStore

In occasione dello scorso WWD avevamo assistito, tra le altre, alla presentazione di una nuova tecnologia pensata per sfruttare al meglio le caratteristiche dello standard BlueTooth 4.0 : la tecnologia iBeacon, di cui vi avevamo giá parlato in precedenza.

ibeacon-introIl protocollo iBeacon, introdotto nel Pacchetto SDK di Apple con le relative API di riferimento, è parte di un progetto ambizioso ed estremamente interessante per il rinnovamento dello standard Bluetooth ormai relegato a semplice protocollo di scambio dati per accessori e auricolari.

Sembra tuttavia che Apple stia cercando di realizzare la prima piattaforma in grado di sfruttare la tecnologia iBeacon all’interno dei suoi punti vendita, applicando dunque quanto si era ipotizzato a proposito della micro-localizzazione assistita.

ibeaconspec1

I clienti potranno così beneficiare di una rinnovata interattività all’interno degli Apple Store, potendo ad esempio gestire in modo autonomo attese e prenotazioni per i Workshop e il Genius Bar.

Secondo quanto riportato da alcune fonti Apple potrebbe sfruttare il nuovo protocollo in associazione ad un prossimo aggiornamento della sua applicazione Apple Store in modo tale da ridurre la presenza di iPad e Mac a scopo informativo presenti nei sui punti vendita.

ibeaconspec2

I dispositivi dei clienti potrebbero così ricevere informazioni approfondite e dettagliate in merito a ciascun prodotto evitando, ad esempio, la consultazione delle etichette o delle specifiche tecniche: la società pare stia acquistando grandi quantitativi di trasmettitori da installare nel corso dei prossimi giorni all’interno di numerosi punti vendita statunitensi.

Naturalmente la scelta è anche dettata dalle esigenze di mercato: la società infatti punta ad un incremento delle vendite anche grazie all’adozione di questa nuova tecnologia.

I trasmettitori fungerebbero così da “Firme Digitali Intelligenti” per ciascun prodotto ma non solo: integrandosi con il sistema di gestione e prenotazione dei Genius Bar e dei Workshop potrebbero notificare l’utente in tempo reale circa il prossimo corso di formazione oppure in merito al prossimo spazio libero per ricevere una consulenza specifica.

In senso opposto i trasmettitori potrebbero essere utilizzati anche come “Smart Tracker” da consegnare ai clienti in attesa di una consulenza per permettergli di girovagare liberamente all’interno del negozio: al sopraggiungere del loro appuntamento gli addetti potrebbero localizzare ed identificare velocemente il cliente cui fornire assistenza.

Naturalmente questa tipologia di implementazione verrà eventualmente sviluppata in futuro, a patto che gli attuali utilizzi previsti per il protocollo iBeacon soddisfino le aspettative.

Inoltre, sempre a giudicare dalle ultime indiscrezioni giunte in merito all’argomento, sembrerebbe che Apple stia già lavorando sull’implementazione della tecnologia di localizzazione entro le mura per espandere le funzionalità della sua applicazione Mappe che sarebbe così in grado di funzionare in associazione ai localizzatori iBeacon.

Non ci resta che attendere le prossime settimane per conoscere i primi risultati dell’implementazione di questa tecnologia, sperando che i futuri clienti Apple non si affidino alle Mappe proprietarie per localizzare il bagno più vicino.



Fonte: 9to5MAC


1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.