Beeline è il terzo carrier Russo che abbandona l’iPhone

Sembra che sia stato inferto un nuovo duro colpo per Apple, da parte della Russia, un altro carrier telefonico ha riferito di aver smesso di vendere iPhone. Beeline è il terzo più grande operatore telefonico della nazione e ha presumibilmente tagliato i suoi legami con Apple.

beelineL’azienda non rinnoverà il suo contratto di distribuzione degli iPhone a causa delle “dure condizioni” imposte da Apple. In precedenza due dei più grandi gestori russi MTS e Megafon avevano già smesso di vendere iPhone.

Entrambe le società di telecomunicazioni hanno criticato i requisiti esigenti di Apple: impegnarsi in acquisti di grandi volumi, sussidi generosi e pagamenti anticipati…

Questa notizia non poteva arrivare in un momento peggiore per Apple: la società ha appena subito un duro colpo nella sentenza di iBook, Wall Street sta proiettando una crescita praticamente piatta e i governi dell’UE stanno investigando sulle pratiche fiscali di Apple.

Un rapporto proveniente da Hi-Tech (via phoneArena) sostiene che Beeline invece ha abbandonato l’accordo per vendere gli smartphone Galaxy, in quando Samsung ha offerto condizioni più favorevoli. La quota di mercato degli smartphone Apple in Russia è scesa dal 9% del primo trimestre del 2012 all’ 8,4% di quest’anno.

apple-store-russiaLe severe condizioni di vendita di Apple hanno già attirato l’attenzione di altre società di comunicazioni europee, che hanno presentato una denuncia alla Commissione europea riguardante i requisiti imposti dalla società per lo svolgimento del proprio business.

Nel frattempo, anche negli Stati Uniti, il principale gestore Verizon, ha sostenuto che l’accordo per la vendita di iPhone con i propri abbonamenti, ha esposto la società ad un alto rischio, un enorme inventario di invenduti pari a 14 miliardi di dollari.

E’ interessante notare che se torniamo indietro di qualche anno fino al 2008, MTS, Beeline e Megafon divennero tutti distributori ufficiali di iPhone in Russia, ma cinque anni dopo nessuno di loro li vende più.



Fonte: iDownloadblog


1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.