Jailbreak: Siamo davvero ad un punto di svolta?

Scrivo questo articolo con un pizzico di malinconia, mi vengono in mente le nottate passate a sbloccare le rivoluzionarie PSP, con la fronte perlata di sudore per il panico di combinare un disastro e farla diventare un fermacarte, la mitica frase “amico, hai brickato, la devi buttare”. Ogni aggiornamento firmware era un’impresa, guide chilometriche dai mille passaggi e panico generale non appena un passaggio non andava. Poi ci fu una svolta…

Si trovò una modalità di servizio, la stessa che utilizzava la Sony per ripristinare i Firmware corrotti, il tutto semplicemente inserendo una batteria opportunamente modificata e due file sulla memory stick. Qualsiasi guaio si combinava, bastava entrare in recovery e riflashare, la paura degli aggiornamenti e dei brick scomparve. Non serviva nessun exploit per fare i downgrade, c’era la recovery mode! Si poteva saltare da un firmware all’altro come le cavalette.

Come mai mi viene in mente tutto ciò?  Sembrerebbe che stia per arrivare qualcosa di analogo per i nostri iPhone. Il Dev Team ha dichiarato che lo sblocco che stanno mettendo a punto è diverso da tutti quelli visti fino ad ora. Talmente potente da poter persistere anche in fase di aggiornamento ad un firmware superiore, installandosi molto più in profondità di quello che fino ad ora hanno fatto. C’è da dire che probabilmente il discorso è limitato allo sblocco della baseband e non al firmware vero e proprio, fatto sta che se si riuscisse ad entrare così in profondità, forse sarà solo l’inizio di un nuovo modo di concepire ed effettuare gli sblocchi, punto di partenza importante per tutti quelli che, per passione e divertimento, ci regalano le tecniche di “evasione”, che ci fanno sentire liberi di usare il nostro dispositivo come è giusto che sia.


8 commenti

  1. Che palle con sta garanzia…
    Ma vi pare che un software ha garanzia? 🙂

    basta attaccarla ad iTunes e cliccare su ripristina. Tutto passa e tutto se ne va.

    Ma una guida su sto linguaggio assurdo che usate si può avere?

    Quando scrivete un articolo mettete un asterisco alla parola straniera e sotto riportate la spiegazione.

    Es:

    baseband*

    *baseband= (non lo so)

  2. Mamma mia quello che hai scritto è stato una guida dettagliata passo passo di tutto quello che ho passato!Ne ho quasi nostalgia!!! 😥

  3. mi hai fatto pensare a tutti quei bei momenti come le nottate passate in bianco x la psp la Xbox e x l’iPhone.
    Il bello era che seguivi le guide passo passo e a lavoro finito ti sentivi il guro della situazione, anche se il merito era di qualcun altro, che ringrazio tutt’ora

  4. Oddio pure io tra PSP, iPhone, Xbox, Wii e mille altre cose ci avrò perso delle ore…Che ansia che avevo nel seguire quelle schifosissime guide, che molte volte tralasciavano pezzi, oppure mancavano link per il downloads dei file… 😳

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.