[BYA VideoReview] Auxo per iPad: la recensione di BiteYourApple [Aggiornato]

L’arrivo di Auxo in versione per iPad ha creato non soltanto un’attesa a dir poco incredibile tra gli utenti della comunità jailbroken ma anche una vera e propria “corsa al download” per testarne le funzionalità da tanto attese.

[cydia Auxo_for_iPad]

Se da un lato infatti Auxo for iPad è stato uno dei tweak più attesi degli ultimi mesi, dall’altro ha anche dovuto affrontare le enormi aspettative degli utenti che hanno visto nella versione per iPad il banco di prova ideale per giudicarne i risultati.

byapadauxo

Auxo ha già dato prova di sapersi adattare egregiamente al piccolo schermo dei nostri iPhone, ma nessuno poteva immaginare quanto avrebbe potuto giovare dal passaggio al grande schermo con tutti i rischi che questo avrebbe implicato.

Scopriamo dunque quali sono i pregi e le caratteristiche di questa nuova versione che, nonostante il lungo tempo dedicato alla sua progettazione, presenta ancora qualche piccola imperfezione che ci auguriamo di veder risolta entro breve.

I bug mostrati nel video sono stati prontamente risolti con l’ultima versione di Auxo, che ha così raggiunto la piena funzionalità su iPad. In alcuni casi e su alcuni terminali gli utenti continuano a segnalare alcuni problemi che tuttavia sembrano essere circoscritti ad una particolare configurazione del dispositivo usato o alla presenza di altri tweak che potrebbero interferire con Auxo.

Il cuore di Auxo

Nulla è cambiato negli intenti dei suoi sviluppatori e nulla è cambiato in quanto alla sua funzione primaria: Auxo nasce come elegante e versatile sostituto per il sistema nativo di iOS alla base del tanto criticato sistema delle applicazioni in background.

Le peculiarità dell’originale Auxo per iPhone trovano ampio spazio di miglioramento potendo sfruttare non soltanto lo schermo più grande dell’iPad ma soprattutto il praticissimo sistema di gestures che consentono all’utente il pieno controllo circa il passaggio da una applicazione all’altra.

Le canoniche miniature che consentono di identificare rapidamente le applicazioni in esecuzione permettono ora di avere una chiara rappresentazione dello stato di ogni singola applicazione grazie a dei riquadri leggermente più grandi che su iPhone.

Specifiche per iPad

Come certo sapranno gli utenti che hanno provato ad utilizzare la versione precedente, questa nuova versione è stata appositamente adattata per rendere al meglio anche su iPad e sebbene i cambiamenti siano piccoli e quasi impercettibili possiamo assicurarvi che a ben guardare si ci si rende conto di quante ore di lavoro siano servite per questo nuovo progetto.

axpad5

Innanzitutto le anteprime di maggiori dimensioni sfruttano lo spazio non solo per offrire una migliore anteprima delle singole applicazioni ma aumentano anche l’area di tocco per la gestione delle singole applicazioni e dunque rendono assai più facile la chiusura delle singole “schede” o di tutte le applicazioni in uso.

axpad8

Lo stesso avviso di chiusura per tutte le applicazioni dispone di una animazione quasi impercettibile che contribuisce a renderne piacevole l’apparizione e certamente soddisferà gli appassionati di grafica e design.

La finestra infatti non si limita a “sovrapporsi” alle miniature delle applicazioni aperte ma sfrutta una lieve animazione in stile fade-in per spostare le varie miniature ai lati dell’area di tocco.

auxochiuditutto2

E naturalmente le maggiori dimensioni dello schermo fornite dall’iPad sono sfruttate appieno permettendo all’utente di selezionare fino a sei anteprime per singola pagina.

Migliore Accessibilità

Tra le piccole innovazioni che forse possono sfuggire ad uno sguardo superficiale, molte sono orientate al miglioramento delle condizioni di utilizzo generali di Auxo.

Le anteprime riportate nella barra del multitasking, ad esempio, si modificano contemporaneamente alla variazione di orientamento del dispositivo fornendo dunque immagini leggermente differenti per le modalità landscape o portrait.

auxobarraportrait

Gli slider e i comandi musicali, che su iPhone richiedono una discreta precisione per essere azionati, sono invece presentati con aree di tocco ingrandite per adattarsi meglio ai vari stili di tocco.

axpad6

Lo stesso dicasi per i toggles, che naturalmente presentano dimensioni maggiori e dunque una maggiore accessibilità.

axpad7

Inoltre sia la scheda dei toggles che quella dei comandi musicali condividono ora la medesima cornice, pertanto i comandi di riproduzione basilari saranno sempre visibili sia durante l’attivazione dei toggles che durante la visualizzazione della sezione ad essi dedicata.

Questa piccola modifica ha causato tuttavia una certa difficoltà nello scorrimento delle schede, in quanto per passare dall’una all’altra è necessario effettuare un improbabile swipe direttamente sulla barra di avanzamento del riproduttore musicale ma devo ammettere che ci si abitua rapidamente a questo nuovo comportamento.

MoPic

Full Landscape

Come anticipato in precedenza, e come d’altronde anticipato dagli stessi sviluppatori, Auxo for iPad gestisce perfettamente anche la modalità landscape, con una gradevole animazione che permette il passaggio tra questa e la modalità portrait in modo estremamente semplice e fluido.

Le miniature, adattandosi alla modalità landscape, occupano qualche pixel in più di larghezza e questo consente ad Auxo di mantenere costante il numero di anteprime visualizzate in entrambe le modalità.

Talvolta potreste notare delle anomalie negli “screenshot” che compongono le anteprime delle applicazioni in modalità landscape: ciò accade nel caso in cui l’applicazione in oggetto non sia mai stata usata in modalità landscape, impedendo ad iOS di generare l’anteprima corretta anche per quella modalità.

Configurazione

Parimenti alla versione per iPhone le Impostazioni sono pressappoco identiche, fatte salvo alcune nuove funzioni esaminate in maniera approfondita nella nostra videorecensione.

axpad3

Valutazione Finale

Nel complesso possiamo dire che Auxo ha adeguatamente soddisfatto le aspettative degli utenti ed ha saputo tener fede a quanto aveva promesso con la sua prima versione per iPhone: il poterlo utilizzare su iPad indubbiamente rende merito a questo ottimo tweak.

Nel corso delle prossime settimane vedremo sicuramente questo tweak affermarsi come uno dei tasselli fondamentali per ogni utente possessore di un iPad jailbroken: oltre che dal punto di vista estetico infatti Auxo migliora sensibilmente l’esperienza del singolo utente attraverso strumenti e tecniche che sembrano implementate nativamente in iOS.

Come tutte le prime versioni anche questa soffre di alcuni piccoli difetti, tra cui quello che abbiamo evidenziato nel corso della videorecensione e per il quale abbiamo proposto un rimedio temporaneo, ma questo non deve assolutamente scoraggiarvi dal possederne una copia originale.

Il bug che abbiamo riscontrato, ora assente dall’ultima versione disponibile, coinvolgeva il lettore musicale e apperentemente non sembrava correlato ad altri eventuali tweak installati: potete fare riferimento alla videorecensione per l’analisi del bug e per la sua eventuale risoluzione in quanto è molto più semplice osservarlo “dal vivo” che cercare di descriverlo in via esauriente ma sintetica.

Se infatti avete imparato ad apprezzare Auxo per iPhone non ci sarà certo motivo per non eseguire l’upgrade alla versione per iPad con soli 87centesimi di euro, mentre per tutti i neo-utenti possiamo certamente affermare che la spesa iniziale di circa 1,70€ val bene i benefici ottenibili in seguito.


26 commenti

    1. Il bug dei comandi per il riproduttore musicale sembra sparito ma sussiste il bug più grave che riguarda l’utilizzo delle gestures per l’apertura e la chiusura delle applicazioni.

      1. Si, questo è vero 🙂 Almeno un bug è risolto, come sempre stiamo segnalando agli sviluppatori i vari problemi e speriamo che assieme a tutti gli altri utenti impegnati nel medesimo compito si arrivi alla soluzione del problema.

  1. Scaricato dalla vostra repo, a me crasha ogni tanto senza motivo e va in safe mode…eppure ho pochissime cose installate da cydia! Si ha per caso una lista dei tweak incompatibili oppure riuscite a darmi una mano?

  2. Ok, a quanto pare crasha se chiudo un app e subito provo ad aprire il multitasking…provate e vedete se crasha anche a voi!

    1. Ciao Andrea,
      purtroppo questo bug si sta dimostrando di difficile interpretazione: personalmente, ad esempio, dopo l’ultimo aggiornamento non sono più riuscito a replicarlo mentre leggo di altri utenti che continuano ad avere lo stesso problema. Entrate in contatto con gli sviluppatori e fornitegli i CrashLog relativi all’evento.

    1. Tramite Cydia installa syslog e poi l’utile CrashReporter: quest’ultimo ti permetterà di trovare tutti i crashlog e di “copiarli” semplicemente in un file di testo.
      (una volta installato syslog ed effettuato un respring, al porssimo crash trovi anche un file precompalato in var/log denominato syslog).

  3. guarda, cercando su internet avevo trovato un metodo “alternativo”, ovvero quello di sincronizzare l ipad con itunes e andare in ~/Library/Logs/CrashReporter/MobileDevice// e trovare i crashlog…ma quello di auxo non c’è :/

    1. Ad occhio e croce direi che così non troverai mai il log completo perchè presuppone soltanto la raccolta dati delle “applicazioni” ufficiali Apple e non dei tweak. Comunque, se non hai dimestichezza con la procedura non preoccuparti: limitati a segnalare il problema ai dev tramite l’apposita sezione Contatti su Cydia.

  4. Anche con l ultimissima versione il problema permane…ma ci leggono secondo voi? Possibile che abbiano gia fatto due aggiornamenti senza sistemare un bug del genere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.