Apple sotto attacco: violate alcune postazioni MAC dei suoi dipendenti

Apple ha recentemente annunciato, tramite la nota agenzia Reuters, di aver subito un tentativo di intrusione da parte di alcuni hackers risultante nella compromissione di un numero limitato di computer aziendali.

Mac-Flashback-Trojan

L’attaco è stato descritto come “la più ampia operazione di crimine informatico conosciuta diretta contro i computer Apple” e naturalmente ha suscitato una notevole attenzione mediatica vista la compromissione delle postazioni di lavoro di alcuni dipenendenti dell’azienda californiana.

I dipendenti sono stati esposti all’attacco durante le operazioni di routine attraverso un noto sito di risorse per sviluppatori precedentemente infettato allo scopo di fungere da vettore verso altri ignari utenti.

Ancora una volta il protagonista di questa vicenda è l’ormai tristemente famosa piattaforma Java: il malware ha infatti sfruttato una debolezza della piattaforma in relazione all’utilizzo di uno o più plug-in sociali per il noto social network Facebook.

I raprresentanti Apple hanno declinato ogni richiesta nel voler fornire ulteriori specifiche e si sono limitati a rispondere con un breve comunicato stampa:

Apple ha identificato il malware che ha infettato un numero limitato di sustemi tramite una vulnerabilità nel plug-in di hava per i browsers. Il malware è stato utilizzato per condute una serie di attacchi contro Apple ed altre compagnie ed è stato diffuso attraverso un sito internet che raccoglie ed ospita risorse per gli sviluppatori. Abbiamo identificato il piccolo gruppo di sistemi che sono stati infettati ed abbiamo provveduto ad isolarli dal sistema: al momento non ci sono dati che indichino un flusso di dati anomalo in uscita dai nostri server.

Apple ha anche annunciato che un team di esperti è al lavoro per rilasciare quanto prima una piccola utility in grado di identificare i computer infetti e guidare l’utente nelle procedure di riparazione.



Fonte: iClarified


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.