Prendete il controllo della musica con i gesti, gratis, grazie a Flutter!

Il Multi-touch? Roba vecchia! Oggi vi presento Flutter, Applicazione gratuita per Mac, che vi permette di controllare alcuni media player utilizzando le vostre mani e la webcam integrata nel Mac!

[app id=522248613]

Alla prima apertura di Flutter, un tutorial guidato ci mostra il suo semplice utilizzo. Attualmente, Flutter supporta soltanto iTunes, Spotify, VLC, MPlayerX e Quicktime, ma con i prossimi aggiornamenti la lista sarà sicuramente rimpinguata!

I gesti sono utilizzati quindi per gestire i comandi di riproduzione. Tenendo la mano in posizione verticale, con il palmo di fronte alla telecamera si potrà iniziare la riproduzione e mettere in pausa. Chiudendo invece la mano e puntando il pollice verso destra si passerà al brano successivo. Viceversa, con il pollice verso sinistra si tornerà all’inizio del brano o al brano precedente.

Al momento, questi sono i comandi disponibili, ma gli sviluppatori hanno assicurato che, oltre alle App compatibili, aumenteranno progressivamente anch’essi!

Flutter funziona bene, molto meglio di quanto mi aspettassi, anche se non perfettamente. Ai primi tentativi l’App non ha risposto e sono rimasto per qualche minuto a sventolare la mano davanti al Mac, in attesa che succedesse qualcosa…

Dopo diversi tentativi, sono riuscito a trovare un giusto compromesso. È sufficiente trovare una distanza ottimale tra la mano e la webcam ed eseguire i gesti in modo elementare e veloce. Ad esempio, per fermare la riproduzione, alzare la mano velocemente e bloccarla di fronte alla webcam.

I comandi che si eseguono con la mano chiusa sono un po’ più difficili da digerire ma, anche in questo caso, basta eseguire la gesture in modo fermo e senza tenere la mano troppo vicina alla webcam, in modo da far percepire chiaramente a Flutter la nostra intenzione.

Ho anche riscontrato un paio di falsi positivi, dovuti forse ad un movimento non intenzionale che ha però ugualmente fatto scattare il meccanismo che assegna il comando.

Per il resto non c’è altro da dire su Flutter, se non fare i complimenti agli sviluppatori per il grande lavoro svolto per renderlo così funzionante e funzionale…nella sua semplicità, dà la sensazione di star provando qualcosa di davvero nuovo!

Nel giro di alcuni anni, i comandi gestuali saranno ovunque e diventeranno un’abitudine, ma per il momento, Flutter ci aiuta a compiere i primi passi in questa direzione, ed è un training impressionante!

Vi piace Flutter?



Fonte: Cult of Mac


2 commenti

    1. intendi a parte me?
      io l’ho provato, ovviamente, per qualche ora prima di redigere il post e confermo quanto scritto…funziona bene, a patto di trovare un giusto modo di effettuare le gestures

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.