Apple brevetta un lettore di smartcard specifico per i propri dispositivi

Questa volta Apple richiede l’aggiornamento di un vecchio brevetto per una sorta di micro-tray ad espulsione per la lettura di speciali moduli “smartcard e che potrebbe in futuro essere implementato su molti dei suoi devices, inclusi iPod Touch.

Il brevetto propone una sorta di lettore di schede di memoria – sebbene il formato sia uno standard proprietario Apple, è chiaro – che potrebbe preludere all’integrazione effettiva di questa nuova tecnologia nei prossimi dispostivi “made in Cupertino” vista la recente approvazione della nano-SIM da parte dell’Ente Europeo per gli Standard nelle Telecomunicazioni (ETSI).

Stando ai disegni forniti di Apple l’ipotetico dispositivo monterebbe una scheda integrata sulla quale è ancorato un supporto estraibile per il posizionamento della smartcard, in modo non dissimile da quanto già accade per il carrello che supporta il posizionamento della SIM Card all’interno di iPhone e iPad.

Dalla Figura 1 vediamo infatti che il carrello presenta anche il classico foro laterale (28) che farebbe pensare al sistema di espulsione già in uso tramite micro-clip.

Tutavia la presenza di un foro cilindrico (27) nella parte alta del tray (20) non permette di ipotizzare quali possano essere le eventuali applicazioni, né tantomeno se Apple abbia intenzione di espandere la compatibilità di questo suo dispositivo anche ad altre – e più diffuse – smartcart ( come ad esempio i supporti di archiviazione a stato solido SSD ).

Nella Figura 4 vediamo quello che potrebbe essere un dispositivo finito alloggiato all’interno del suo tray: sembrerebbe costituito da un miocrochip (32) integrato in un sottile supporto ( forse plastico, o siliconico ) (31) il tutto contenuto all’interno del cassettino ad espulsione di cui abbiamo parlato in precedenza (25).

Nelle note che accompagnano il progetto Apple mantiene un certo grado di riservatezza dicendo che:

 il supporto potrebbe ospitare numerose forme di circuiti, ad esempio, Circuiti Integrati ( ICC), Circuiti di controllo, Circuiti di memorizzazione, Circuiti di memorizzazione flash, Carte con microprocessori e/o smart card come le SIM Card od anche combinazioni delle precedenti.

In definitiva non sappiamo esattamente per cosa Apple abbia intenzione di sfruttare questo suo brevetto, ma la stretta vicinanza con i brevetti relativi iWallet e i Chip NFC fanno supporre che essa stia “serrando le fila” attorno agli ultimi dettagli necessari ad integrare queste tecnologie nei suoi prossimi dispositivi.



Fonte: US Patent Office


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.