Quanto energia consuma un iPad?

Siete curiosi di sapere quanto consumate con il vostro iPad o il vostro iPhone che caricate praticamente tutti i giorni? Uno studio è stato in grado di capire anche questo…

Se siete spaventati per l’arrivo di una bolletta troppo salata a causa delle continue ricariche di iPhone e iPad tranquillizzatevi, i device di Cupertino consumano pochissimo e rappresentano una vera e propria rivoluzione anche in questo campo.
Lo studio è stato eseguito nel Tennessee in base al costo della elettricità locale che risulta essere più basso rispetto che in Italia, in ogni caso le stime non varieranno di molto.

Se si ricarica il proprio iPad una volta ogni due giorni si spendono circa 12 kWh di elettricità in un anno, corrispondenti al costo di 1.36 $ annui. Questo per quanto riguarda il Nuovo iPad perchè se si considera iPad 2 e 1 le cifre sono ancora più basse, rispettivamente 83 e 82 centesimi.
Questo porta ad un risparmio energetico non indifferente per le famiglie che sempre più si affidano ai device targati mela.

Per farvi capire quanto iPad consumi poco proponiamo alcuni confronti:

  • Un computer portatile consuma 72 kWh
  • Una lampadina da 60 watt 14 kWh

Un record positivo lo detiene anche iPhone, basta pensare che per ricaricare il 4 si spendono solo 38 centesimi in un anno che diventano addirittura 25 per il 3G.


5 commenti

  1. Il bello dei seguaci della mela è che tutti son convinti di avere tra le mani il meglio della tecnologia. Una bella fede, peccato che è visto tutto con i paraocchi!

    1. Ognuno ha le sue idee, i device android saranno anche super potenti ma non hanno un sistema stabile e affidabile come iOS

  2. ma per favore stabile affidabile ios? prima di dire le cose bisogna informarsi, ricordo che nei nei test di sicurezza prendendo gli hackers migliori del mondo i prodotti apple sono stati i primi ad essere bucati, prima ancora di windows, l’unico a resistere per 36 ore continue è stato ubuntu della famiglia linux. android è linux, ed è un prodotto nuovo ma con una crescita incredibile. e ricordo che i linux sono ricompilabili aggiungendo patch di altissima sicurezza, questo per dire non riesci a bucare il sistema base se vuoi lo rinforzo pure. puoi bucare un adroid se l’utente è tonto, se no ti attacchi. stabilità? perchè apple su i suoi server usa linux? e perchè sotto bing della microsoft c’è linux e non windows server? sicuremante non sarà perchè i linux riescono a stare anche 20 anni accessi senza essere mai riavviati ed esposti ad altro traffico. certo bisogna saperli usare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.