TotalFinder 1.1.11 = una droga per il tuo MAC!

TotalFinder è il capolavoro che abilita i Tab nel finder, il copia/incolla,  il riordinamento dei file e delle cartelle e mostra anche i file nascosti! Tutto qui? No, c’è molto altro…

 

Premessa: Utilizzo questo programma sin dalla fase beta ed in più vi posso dire una cosa, cioè che lo sviluppatore ha lavorato per più di un anno, rilasciando costantemente aggiornamenti (gratuiti) prima di iniziare a venderlo il 27-09-2010.

Il lavoro di Antonin non può essere messo in dubbio e nemmeno la stabilità e il funzionamento del suo programma. L’unico spunto di riflessione potrebbe essere la domanda seguente: “Perchè utilizzarlo? Fino ad esso son sopravvissuto senza e in piena armonia con me stesso e col mio MAC :)!”

Vi do ben 6 ragioni per installarlo e un solo motivo per cui non lo toglierete MAI più:

1) i “tab” di Google Chrome nel finder, per aprire tante cartelle e navigare tra essere come fossere le schede del proprio browser

2) si può modificare l’ordine dei file e cartelle, facendo si che nell’elenco compaiano prima le cartelle e dopo i file (come avviene in Windows)

3) si può impedire la creazione dei file .DS_Store sul disco o sulla rete

4) il VISOR, che spiegherò più avanti

5) la possibilità di TAGLIARE i file per poi spostarli, come avviene su Windows

6) Mostrare i file nascosti (di sistema) con un solo clic

Il motivo per cui non lo toglierete mai? : E’ UNA VERA DROGA e una volta rimosso non riuscirete più ad utilizzare il vostro MAC 🙂  (nel senso positivo eh! :))


 

Cominciamo a dire che il prezzo è di 10 euro circa e può essere acquistato facilmente dal sito con una carta di credito o una account Paypal. La procedura di attivazione della licenza è davvero banale e tutte le informazioni vengono spedite via email.

1) Scarica Total Finder dal sito in versione trial valida 14 giorni

 

2) Apri il file .DMG scaricato. Nel caso in cui abbia una versione precedente installata rimuovila con l’apposita app inclusa nel DMG (non è sufficiente un trascinamento nel cestino), dopodichè apri il file di installazione (TotalFinder.mpkg) e segui la procedura guidata.

3) A questo punto noterai che l’icona del Finder, nella Dock del tuo MAC, sarà cambiata! Inoltre, nella barra in alto, sarà comparsa un nuovo menù che permetterà di accedere alle preferenze del programma con grande facilità.

Non è finita qui, perchè troverai “TotalFInder.app” anche nella cartella Applicazioni!
Fino ad ora potrebbe sembrare non esser cambiato nulla, ma prova ad aprire una cartella a caso… noterai subito la “linguetta” della scheda in alto a sinistra, come mostrato nel punto 2.

4) La versione trial visualizza sempre un messaggio in rosso sulle finestre, come il seguente:

Ovviamente può essere rimosso solo acquistando la licenza ed applicandola alla versione di prova installata, la quale scadrebbe inevitabilmente in 14 giorni dalla data dell’installazione.
5) Ora andiamo a studiare bene il programma. Dalla barra in alto scegli l’icona di TotalFinder e nel menù a tendina clicca sulla voce che riguarda le preferenze.

Ecco alcuni screenshot:





Ora arriva la sezione più importante, cioè quella chiamata “TotalFinder”:
1] La prima funzionalità è il “VISOR“, cioè una finestra del finder a comparsa dal basso premendo “ALT+<“ o un’altra combinazione personalizzabile. L’utilità principale è che quando ti trovi in un’app e vuoi andare ad aprire una cartella sul desktop non devi ridurre a icona o usare gli “angoli sensibili”. Infatti, è sufficiente premere la sequenza di attivazione per far comparire la finestra già “puntata” al desktop!
Come le normali pagine del Finder, modificate da questo software, anche il Visor permette l’uso delle schede e di conseguenza il suo valore sale notevolmente, rendendolo uno strumento davvero pratico ed efficace.


2] Asepsis: evita la creazione dei file .DS_Store nelle cartelle locali reindirizzandoli in /usr/local/.dscache. Inoltre, è possibile impedire la creazione di questi file anche sulla rete!

3]  Modifiche: impostazioni generiche, come quella che mostra i file di sistema, che ordina le cartelle per prime, che massimizza tutte le finestre premendo sul “pulsantino verde + “ in alto a sinistra ecc…
4] Informazioni: indica la versione, la licenza e permette di controllare gli aggiornamenti scegliendo se installare solo le versioni stabili e definitive, o anche le versioni BETA. In ogni caso, riceverete le notifiche degli aggiornamenti proprio come fa “l’Apple Software Update”.

Ecco un esempio di come compaiono le cartelle e i file attivando la funzione: “cartelle in cima”:

…e su Lion?
Su Lion la compatiblità è ancora molto ridotta. Nel caso usiate quotidianamente la beta di questo nuovo sistema operativo, vi consiglio vivamente di aggiornare con tutte le versioni beta che escono.
Per ora moltissime funzionalità non sono ancora abilitate, ma come lo sviluppatore ci insegna, basta saper aspettare 🙂
Un ringraziamento particolare a Antonin che mi ha permesso di scrivere questo articolo grazie al suo fantastico programma e per avermi fornito del materiale che potete trovare su github (i link sono presenti sul suo sito).
Per chi si fosse emozionato ed avesse la lacrime agli occhi dopo l’ articolo consiglio questo metodo!
Cioè trovate 2 amici che sono disposti ad acquistarlo insieme a voi e fate un ordine unico QUI , così (accordandovi opportunamente) pagherete solo 7,32 circa a testa, invece di 10!
Questa funzione permette di avere tre licenze distinte e la procedura è davvero semplice, cioè compra il pack di  licenze e manda per e-mail i 2 LINK forniti. Potrai inviarlo come regalo o chiedere il pagamento di 7,32 ai tuoi amici (ovviamente dovete mettervi d’accordo prima :)).
In questo modo avrete tutti e 3 la licenza a soli 7,32  e soprattutto nessuno dei 3 potrà fregare gli altri 🙂

Maggiori info QUI.

Se siete curiosi di vedere l’evoluzione di questo programma date un occhio al changelog, oppure anche QUI per vedere le versioni beta (per esempio il 29 marzo ne è uscita una che corregge alcuni bug, divenuta poi stabile in poche ore).
Se già state pensando di scaricare la versione curata, vi do un consiglio: è inutile, perchè viene aggiornata moltissimo e saltereste tantissime versioni. Tenete conto che questa app non la userete qualche minuto, ma sarà costantemente in esecuzione sul vostro MAC ed avere sempre l’ultima versione funzionante senza bug è UN OBBLIGO! Ovviamente non possono essere curate tutte le versioni, quindi fidatevi: ACQUISTATELA (costa poco ed è un capolavoro) :).
PS: per curiosità, chi decide di acquistarla può segnalarmelo via email o nei commenti (anche in modo anonimo) o su twitter ecc…? E’ solo una statistica per testare un’idea che mi è venuta in mente proprio questa mattina. Però, prima di cimentarmi nell’impresa voglio avere qualche dato :), poi vi spiegherò tutto, promesso.

Questo articolo verrà integrato in:

Jailbreak! – La guida completa 1.5.7!


Seguitemi su:

Twitter: Ksks89

Facebook: Stefano Cappa

 



34 commenti

  1. Ho dovuto litigare con WordPress per pubblicarlo perchè si era impuntato di non metterlo sul blog come visibile 🙂

    Comunque ora dovrebbe andare. Se ci sono errori causati da un copia/incolla frettoloso dalla versione beta dell’articolo segnalatemelo, grazie 🙂

  2. Trovata gratis, spettacolare!
    Ci voleva proprio, passando da windows rimpiangevo determinate funzioni che adesso questo splendido programma mi ridà!!
    Grazie raga, veramente super, ahhh che bello il taglia e copia!!

  3. @Superman75: hihi, non ho mai provato, ma ho come la netta sensazione che non potrai più usarla e si avvierà il banalissimo e semplice Finder 🙂

    @Xargon: no, quella funzione non c’è per una scelta dello sviluppatore che ha detto, non ricordo dove, che secondo lui quella funzione di sostituzione ha senso in quanto le app sono delle cartelle e quindi unendo le app verrebbe fuori un casino. Cmq era una sua opinione personale, anche a me piacerebbe avere un’unione di cartelle. Proverò a chiederglielo per email appena raggiungo un po’ di consigli da parte dei lettori 🙂

    @Massimo: si quest’applicazione merita davvero di essere acquistata. Costa poco ed è fatta davvero bene. E soprattutto garantisce anche aggiornamenti senza dover ripagare tutto, cosa importante visto che sono frequentissimi.

    Be, voi sparate consigli che poi io li mando al creatore del programma e vediamo un po’ che mi dice.

  4. scusate ma pongo una domanda dato che a quel che vedo qui c’è gente che ne capisce..esiste un programma pe rmac che posso rinomianre interi gruppi di files o il contenuto di intere cartelle?mi speigo ho due cartelel e devo unirle ma entrambe hanno file uguali (tipo 1.jpg, 2.jpg etc..) e voglio che si rinomino automaticamente con ipotesi un (2) nel nome o con un qualcosa che posso sceglier eio ocme estensione al nome dle file.Per winzozz c’è un programma simile ma per mac??

    1. non saprei, sorry

      Si su windows so anche io che esistono e da qualche parte ne ho anche alcuni per rinominare tanti file ecc…

  5. Anche io come l’autore dell’articolo Ks89 la uso sin dalla sua fase beta e l’ho acquistata appena uscita. E’ insostituibile, soprattutto per quegli utenti che come me arrivano da anni di utilizzo di Windows e sono abituati a certe comodità. Fidatevi: è veramente ottima e non se ne può fare a meno essendo il Finder una delle app più utilizzate in assoluto.

    1. 🙂 perchè già ora in un appendice della guida ne parlo, cioè quello su come abilitare le cartelle nascoste su mac. Voglio estenderlo un pochino di più. Di certo non spiegherò tutto il programma li, non ha senso, ma solo quello che serve, come scaricarlo ecc… tutto qua

  6. Con l’ultimo aggiornamento spesso impedisce di copiare i files da una tab all’altra, mi tocca staccare le finestre, trascinare per la copia e poi rimetterle insieme. A parte questo sono cliente soddisfatto da diversi mesi, licenza regolare.

  7. Correggo, con l’aggiornamento 1.1.11 (questo) il problema del drag tra i tab è stato risolto, quindi risolto questo difettino è tornato ad essere il tool indispensabile che ho comprato.
    Consigliato!

  8. ciao, io vorrei acquistarlo, c’è qualcuno che vuole condividere la licenza? nell’eventualità, la mia mail è d.davidozzo AT gmail . com

  9. altra domanda..come faccio a far partire lo sfondo del mio mac con delle immagini non dal disco fisso ma da usb..mi spiego..ho salvato centinaia di wallpaper su un usb collegato al mac e vorrei che all’accensione partisse la presentazione da lì ma invece parte sempre da una foto preimpostato sull’hd..come fare??

    1. Fai tasto destro sul desktop, modifica sfondo scrivania.
      A lato hai vari sfondi, in basso c’è un tasto “+”, quello ti permettere di aggiungere una cartella, da li impoti quello che vuoi, anche casuale.

      1. fatto come mi hai detto ma ad ogni riavvio parte sempre con la classica schermata dell’aurora….

  10. Ciao,io acquisterei questa app subito, e avrei con me altri 4 colleghi, se avesse la funzione di merge tra cartelle ( non penso sia un grosso problema disabilitare questa funzione solo per le app).
    a me interesserebbero principalmente taglia/incolla e merge… entrambe le cose le fa l’app “moveaddict” che mi pare costi giusto circa 7 euro, cioè quanto total finder preso in multiproprietà 🙂 , però ripeto….la prenderei solo se fosse abilitato il merge tra cartelle….è in previsione o no?
    grazie mille

Rispondi a maffino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.