[Recensione] PiPo X7: sorprendente MiniPC con Intel Quad Core da 2.16Ghz e Windows 8.1

Il perfezionamento delle tecnologie alle spalle dei cosiddetti TV-BOX (o MiniPC) nel corso degli ultimi anni ha condotto alla commercializzazione di soluzioni altamente versatili e con prestazioni davvero notevoli in rapporto al prezzo di tali oggetti.

intropipox7

Negli ultimi anni abbiamo infatti assistito ad una vera e propria rivoluzione nelle tecnologie alle spalle di questi prodotti che sono passati dall’essere dei semplici “media center” di seconda mano a veri e propri MiniPC abbinabili ad ogni sorta di schermo (anche in 4K!) ed utilizzabili per gli scopi più disparati.

Cosa si intende per MiniPC o TV-BOX

La maggior parte dei nostri lettori certamente conoscerà questa categoria di accessori e ci scuserà se ne ripetiamo brevemente la descrizione per chi non ne avesse ancora sentito parlare. 😉

In breve si tratta dell’evoluzione di quei primi “media center” che consentivano di interfacciare elementi multimediali tipicamente destinati ai personal computer con televisioni e schermi in generale privi di ingressi multimediali.

Negli ultimi anni in particolare questi strumenti hanno tratto grande beneficio dall’evoluzione tecnologica generale che li ha visti acquistare man mano tutte le caratteristiche di un piccolo laptop con caratteristiche in alcuni casi di tutto rispetto, come uscite video HDMI 4K, WiFi Dual Band, Optic Digital Audio e tanto altro.

Un laptop nel palmo della mano

Con dimensioni estremamente ridotte, consumi energetici irrisori e sistemi di raffreddamento completamente fanless questi prodotti rappresentano probabilmente la migliore alternativa ad un laptop, a patto naturalmente di valutare unicamente i top di gamma del settore e sempre considerando quali sono le differenze incolmabili che comunque separano le due categorie.

PiPo X7: la rivoluzione inizia dal software

La maggior parte dei MiniPC sul mercato monta il sistema operativo Android e questo impedisce di fatto per molti utenti (sia Windows che MAC) di implementare una soluzione di continuità tra i dispositivi in uso e il MiniPC, e per chi non possegga dimestichezza con un dispositivo Android si potrebbe aggiungere l’ulteriore complicazione dovuta alla scarsa conoscenza del sistema operativo.

PiPoX7_03

Il PiPo X7, che ci apprestiamo a recensire oggi grazie alla gentile ed apprezzata collaborazione di TinyDeal, risolve tuttavia questo problema adottando Windows 8.1 come Sistema Operativo e di fatto diventando la scelta ideale per tutti gli utenti che non vogliano passare ad Android.

PiPoX7_04

Grazie alla CPU Intel Atom Quad Core da 2.16Ghz e ai 2GB di RAM incorporata il PiPo X7 risulta perfettamente in grado di gestire il nuovo Windows 8.1, con tutte le relative funzioni pensate per agevolarne il funzionamento sui portatili, rendendolo di fatto il candidato ideale non solo per sostituire un laptop (laddove le esigenze non siano oltremodo specifiche in termini di prestazioni) ma anche e soprattutto per costituire un Media Center di facile gestione.

Aspetto Generale e Design

Valutazione: ★★★★★

Semplice ed Elegante il PiPo X7 si caratterizza per via delle sue rifiniture in alluminio satinato e per l’assenza di qualsivoglia serigrafia vistosa all’esterno del case.

PiPoX7_05

Nel complesso non occupa molto spazio seppur sia più grande dei suoi concorrenti diretti: nella foto lo potete vedere accanto al MINIX X8-H.

PiPoX7_13

Il colore è esteticamente molto gradevole e il design conquista facilmente gli appassionati di minimalismo: sul fronte infatti sono visibili unicamente due porte USB 2.0 e il Pulsante di Accensione con relativo LED, mentre tutti gli altri ingressi sono nascosti sul retro.

PiPoX7_06

Sui lati invece fanno bella mostra di se due ampie griglie di ventilazione con finiture matte sulle retine di protezione, particolare degno di nota in quanto spezzano la monotonia del “monoblocco” di alluminio.

PiPoX7_07

Dal retro sporge infine l’antenna WiFi color grigio chiaro e il cavo di alimentazione che per alcune configurazioni potrebbe risultare un po’ corto.

PiPoX7_08

Qualitá Costruttiva e dei Materiali

Valutazione: ★★★★☆

Nel complesso i materiali utilizzati sono di buona qualità, soprattutto per quanto riguarda il rivestimento satinato del box in alluminio che non si lascia graffiare facilmente.

PiPoX7_11

Sul fondo troviamo quattro piedini in gomma piuttosto resistenti e che assicurano un buona tenuta sulla maggior parte delle superfici.

PiPoX7_09

L’Antenna WiFi, che ospita al suo interno anche il trasduttore Bluetooth, rappresenta tuttavia l’unico componente che esteticamente e strutturalmente avrei gradito fosse meglio rifinito.

Lo snodo, per quanto resistente ed efficace, dà l’impressione di essere troppo fragile e il punto di fissaggio al case sembra un po’ approssimativo, ma ci tengo a precisare che è solo una mia impressione e che nella pratica tutti i componenti hanno resistito benissimo ad ogni sorta di sollecitazione.

PiPoX7_10

All’interno i componenti sono ben ancorati e soprattutto ben distanziati rispetto al case, lasciando cosí un ampio spazio dedicato alla circolazione dell’aria che può così raffreddare adeguatamente il sistema.

PiPoX7_01

I componenti hardware infatti generano una quantità non trascurabile di calore quando il sistema viene sfruttato al massimo (non superiore a dire il vero rispetto al MINIX X8-H in pari condizioni) e trattandosi di un sistema privo di ventilazione forzata gli spazi termici sono essenziali per il corretto smaltimento del calore.

PiPoX7_02

Per chi avesse voglia di “smanettarci” sappiate che ai lati della porzione inferiore del case c’è spazio a sufficienza per installare un paio di micro-ventole nel caso in cui vogliate utilizzarlo in un ambiente particolarmente caldo e con uno scarso ricircolo d’aria anche se sconsiglio tale modifica visto che andrebbe ad alterare radicalmente il case.

Funzionalità e Prestazioni

Valutazione: ★★★★★

Dal punto di vista delle funzionalità il PiPo X7, nella sua configurazione massima, non ha nulla da invidiare ad un laptop di fascia media:

  • CPU Intel Atom Quad Core a 2.16Ghz
  • RAM DDR3 da 2 GB
  • ROM da 32GB
  • Supporto di memoria espandibile fino a 64GB con MicroSD
  • Scheda Video Intel Graphic con support FullHD 1080P
  • WiFi Realtek 8723 (802.11 b/g/n)
  • Bluetooth Broadcom 4.0
  • Quattro Porte USB 2.0 (due sul fronte, due sul retro)
  • Interfaccia LAN Fast Ethernet 10/100
  • Interfaccia HDMI Standard
  • Jack da 3.5mm per le Cuffie

Tale configurazione hardware si traduce in prestazioni davvero impressionati considerando il prezzo estremamente vantaggioso del prodotto e soprattutto tenendo conto che ci si troverà ad utilizzare una versione completamente funzionante di Windows 8.1 sulla quale potranno essere installati la maggior parte dei software e degli applicativi normalmente utilizzati sul proprio PC.

pipo_hwinfo

Dovrete chiaramente tenere a mente che si tratta pur sempre di un TV-Box, pertanto malgrado le caratteristiche di tutto rispetto non potrete pretendere di utilizzarlo per editing video con Sony Vegas o per sessioni di 3D Modeling con 3D Studio Max.

Nei nostri test abbiamo spinto al massimo il PiPo X7 installandovi il Photoshop CC ed aprendo alcuni file RAW da 20MB per elaborare alcune immagini e malgrado qualche esitazione in alcuni momenti del processo di anteprima e salvataggio siamo rimasti sorpresi dalle performance generali!

pipo_hwinfo_bench

Windows 8.1 e Primo Avvio

Avendo installata una versione ufficiale di Windows 8.1 il primo avvio del PiPo X7 è del tutto identico a quello che avrete sperimentato sul vostro PC o Laptop: qualche semplice passaggio vi guiderà nella configurazione del sistema operativo, con la scelta del nome utente e l’attivazione della connessione WiFi per l’accesso ad Internet.

Nel complesso vi basterà aspettare una decina di minuti affinché il sistema inizializzi correttamente tutte le applicazioni pre-installate e sia pronto al primo utilizzo.

pipo_home

Vi segnalo inoltre che con nostra grande sorpresa il sistema operativo risulta completamente privo di bloatware o altri software sviluppati della casa produttrice che potrebbero comprometterne le prestazioni.

Utilizzi Specifici

Date le caratteristiche hardware del PiPo X7 i suoi utilizzi possono essere molteplici: sorvoleremo chiaramente sull’utilizzo “standard” quale MiniPC puro e semplice in quanto chiunque conosca Windows 8.1 saprà come utilizzarlo e come gestirlo. 🙂

pipo_geek

Ci teniamo tuttavia a precisare che per alcuni software particolarmente “ingombranti”, come Microsoft Office o Photoshop, è caldamente consigliato (per non dire obbligatorio!) l’utilizzo di una microSD da 64GB che svolga il ruolo di partizione dedicata ai programmi per il sistema operativo.

In alternativa potete anche usare un HardDIsk Esterno collegato tramite USB, ma ciò riduce la libertà di movimento che caratterizza il PiPo X7.

Media Center

Valutazione: ★★★★★

Per utilizzare il PiPo X7 come Media Center (video e audio) non abbiamo trovato nulla di meglio che l’ultima release di Kodi (ex XBMC) la quale si è dimostrata molto stabile anche in ambiente Windows, a dispetto di quanto avevamo ipotizzato durante l’installazione.

pipo_kodi

I formati video supportati si sono rivelati molto più ampi rispetto a quanto dichiarato dal produttore, anche grazie all’ottimo CHIP Grafico utilizzato dal PiPo X7.

Risoluzione

Tipologia

Risultato

Note

720p H.264 codec / MP4 container
1080p H.264 codec / MP4 container
720p MPEG2 codec / MPG container
1080p MPEG2 codec / MPG container
720p MPEG4 codec / AVI container
1080p MPEG4 codec / AVI container
720p VC1 codec (WMV)
1080p VC1 codec (WMV)
720p Real Media (RMVB) RV10
720p H.265 codec / MPEG TS container Ufficialmente Non Supportato
1080p H.265 codec / MPEG TS container Lag Eccessivo, BUG Riproduzione,
Ufficialmente Non Supportato
4K 4K Sample Test Inutile, Schermo Non 4K, GPU non 4K, downsampling a 1080p

I medesimi risultati sono stati verificati anche con VLC Media Player che può essere utilizzato come “lettore tuttofare” in ambiente Windows.

Volendo potete convertire il vostro PiPo X7 in un Audio Center dedicato utilizzando Spotify, che risulta perfettamente installabile ed eseguibile, ma a mio avviso si tratta più di una “applicazione” da sfruttare in ambiente Windows piuttosto che di un software completo come Kodi, che può essere lasciato sempre in esecuzione e gestito completamente senza ricorrere all’interfaccia classica di Windows.

Donwload Center

Valutazione: ★★★★☆

Sebbene sia un palese spreco delle potenzialità hardware del dispositivo, il PiPo X7 può anche essere usato come semplice “Download Center” ed essere così destinato alle sole applicazioni di P2P (come ad esempio un client Torrent).

La maggior parte degli applicativi comuni funzionano senza problemi, a patto naturalmente di utilizzare un dispositivo di memorizzazione esterno per tutti i file scaricati: se avete una rete configurata correttamente potrete utilizzare un NAS per memorizzare i file scaricati dal PiPo o in alternativa potrete utilizzare un HardDisk Esterno.

Potete anche utilizzare la microSD supplementare di cui parlavamo in precedenza, ma ció andrebbe a discapito dello spazio di memorizzazione che potreste eventualmente dedicare ai vari software e vi costringerebbe comunque ad una operazione periodica di download dei vecchi file su un dispositivo secondario visto che non è possibile utilizzare microSD che vadano oltre i 64GB di capacità.

Dispositivi di Input

Per sfruttare al meglio il PiPo X7 avrete bisogno di un supporto adeguato da parte di mouse e tastiera che specialmente in ambiente Windows diventano essenziali: difatti a differenza del MINIX, laddove la tastiera a schermo consente di gestire pressappoco ogni possibile situazione operativa, Windows non risulta molto pratico da utilizzare in assenza di una tastiera fisica.

Logitech K400

Valutazione: ★★★☆☆

logitech

Il miglior consiglio che possiamo darvi, ancora una volta, è di affidarvi alla Logitech K400 che nella nostra esperienza risulta il miglior compromesso tra prezzo e prestazioni.

Malgrado la tastiera sia ottima, personalmente ho optato per una soluzione differente dopo alcuni giorni di utilizzo a causa del trackpad estremamente ridotto!

Le dimensioni dedicate all’area di tocco per il mouse sono infatti ridicolmente piccole per un utilizzo medio/intenso del dispositivo: può andar bene per qualche click occasionale di conferma e una sporadica azione di selezione ma dopo alcuni minuti di navigazione sul web per me è diventato scomodissimo da utilizzare.

Microsoft N9Z

Valutazione: ★★★★☆

Ho deciso di optare per la Microsoft All-In-One Media Keyboard che offre nella stessa categoria di prezzo e fattore della Logitech un TouchPad più ampio e confortevole.

microsoft

Sia chiaro che entrambe le tastiere, per quanto comode, si prestano male ad un utilizzo continuativo ed intensivo nel campo della videoscrittura: se infatti volete usare il PiPO X7 alla stregua di un Laptop e prevedete di scrivere molto vi consiglio vivamente di comprare una tastiera tradizionale, con i tasti in formato standard ed equamente distanziati che non vi faranno impazzire durante la digitazione.

Valutazione complessiva: ★★★★½

pipo_system

Nel complesso il PiPo X7 è un ottimo prodotto dal prezzo estremamente ridotto e con caratteristiche hardware degne di nota: disponibile su TinyDeal per soli 106.51€ ha da offrire una versatilità senza eguali che saprà accontentare anche l’utente più esigente.

PiPo X7

PRO CONTRO
  • Prezzo estremamente vantaggioso
  • Ottimo supporto al Software, compresi aggiornamenti
  • Acquisto provvisto di licenza originale Win 8.1 aggiornabile a Win 10
  • Fluido nell’esecuzione delle applicazioni, rapido nell’avvio (13 secondi)
  • Sistema portatile che sostituisce all’occorrenza un laptop
  • Assenza di accessori in dotazione
  • Assenza del supporto allo standard GigaEthernet (*)
  • Assenti Jack Microfono e Digital Audio Out (*)

(*) = punti di minore entitá, piú che altro migliorabili in futuro.

La spedizione tramite DHL è la più veloce e sicura in quanto completamente tracciabile durante tutto il percorso ed inoltre prevede un espletamento delle pratiche doganali molto più rapido rispetto al normale.

I costi doganali sono piuttosto ragionevoli, ammontando ad un totale di circa 23€ nel nostro caso.

L’unico appunto nei confronti del PiPo X7 riguarda la scarsa dotazione iniziale con cui viene fornito: tranne l’alimentatore sono infatti assenti ogni tipo di cavi supplementari, compreso il Cavo HDMI.

Chiaramente si tratta di una scelta per contribuire a tenere bassi i costi di produzione e vendita del dispositivo, ma qualche accessorio non avrebbe fatto male.

Per gli utenti più esigenti infine ricordo che sono assenti dal PiPo X7 sia un Jack per il Microfono che una uscita Digital Audio: nessuna di queste “mancanze” influisce in modo significativo sulle potenzialità del dispositivo ma è bene tenerne conto qualora siate alla ricerca di un prodotto specifico che soddisfi alcuni requisiti essenziali in relazione al vostro set-up.


Fonti :


2 commenti

  1. Volevo sapere se BOINC è compatibile con questo miniPC. Comunque il sistema operativo è Windows a 64bit e il processore è un Intel quindi non dovrebbero esserci problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.