Apple Watch, secondo i produttori oltre il 70% delle unitá sarebbero difettose

Le piú recenti statistiche trapelate dagli stabilimenti dell’azienda Quanta Computers, principale affidataria fino a poche settimane fa della produzione di Apple Watch, rivelano un dato sconcertante: la percentuale di unità prodotte considerabili “esenti da malfunzionamenti” è inferiore al 30%.

awatch_defect70

La Quanta Computer, secondo quanto riportato da Ctimes, è stata costretta a richiedere il supporto della Foxconnaltra noto affidataria per le produzioni marchiate Apple – ricevendo ben 3,000 lavoratori specializzati nel tentativo di ridurre gli errori di produzione e riuscire così ad onorare gli ordini di consegna.

La richiesta di aiuto lanciata dalla Quanta Computer ha immediatamente attirato l’attenzione e le preoccupazioni degli investitori: da un lato infatti se l’azienda non sará in grado di fornire i quantitativi pre-ordinati da Apple potrebbe perdere i diritti di produzione, e dall’altro per la stessa Apple un tasso di produzione così basso potrebbe portare a problematiche enormi dal punto di vista dell’affidabilità del marchio e del prodotto agli occhi dei facoltosi clienti in attesa di acquistare un Apple Watch.

Sebbene non sia esattamente chiaro in cosa consistano i difetti di produzione è logico presumere che si tratti di una qualsiasi anomalia che impedirebbe la vendita del prodotto, a partire da errori nella rifinitura fino a seri problemi nella costruzione e nell’assemblaggio dei componenti interni.

In molti tuttavia sottolineano come sia scarsamente probabile che una società debba richiedere l’assistenza di ben 3,000 operai specializzati per dei semplici “problemi nelle rifiniture: la Quanta Computer infatti è ampiamente considerata come la sola produttrice delle componentistiche hardware degli Apple Watch, mentre cinturini e rifiniture sarebbero prodotti altrove.

Certamente non una buona notizia per i potenziali acquirenti di Apple Watch, a prescindere dall’esatta percentuale delle unità risultate “difettose”.


Fonti :


2 commenti

    1. vedremo cosa ne verrà fuori, ormai i seguaci Apple sono più affezionati di quelli aderenti ad un setta religiosa 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.