Apple rimuove la richiesta di screenshot “reali” per l’invio delle app destinate all’Apple Watch

Quando Apple ha svelato l’Apple Watch sono state diramate anche le direttive relative alla programmazione delle estensioni per questo dispositivo, per l’invio di un progetto ad iTunes Connect era richiesto un dispositivo reale su cui scattare gli screenshot, questa regola aveva causato confusione tra gli sviluppatori ma ora è stata rimossa…

Watchkit

Fino a poche ore fa, leggendo sul sito dedicato agli sviluppatori riguardante l’Apple Watch, era richiesto uno screenshot reale scattato sul dispositivo, e non sul simulatore, per inviare l’app per la revisione.
Questa regola stava creando non pochi problemi agli sviluppatori dato che prima del lancio del 24 Aprile non sarebbe stato possibile inviare nulla ad Apple, a meno che non si fosse già in possesso di un Apple Watch, un privilegio destinato solo ad alcuni dev vicini all’azienda di Cupertino.

comparison
Ovviamente la cosa oltre a produrre un danno per gli sviluppatori avrebbe causato non pochi problemi anche ad Apple che, dopo aver lanciato con vari mesi d’anticipo l’SDK per lo sviluppo di app per l’Apple Watch si sarebbe trovata uno store quasi vuoto.

Apple quindi è corsa ai ripari andando a modificare la pagina web rimuovendo la necessità di avere un Apple Watch per inviare una applicazione.
In questo modo, non appena Apple abiliterà gli sviluppatori all’invio delle app per l’Apple Watch tramite iTunes Connect, sarà possibile per tutti i dev far controllare la propria estensione attendendo poi le canoniche 2 settimane per vederla arrivare nello store che sarà raggiungibile dal 24 Aprile.

 



Fonte: 9To5Mac


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.