Apple Watch indipendente da iPhone, almeno come riproduttore musicale

I dubbi e le domande in relazione all’Apple Watch sono tantissimi date le molteplici informazioni omesse durante la sua presentazione: fortunatamente qualche ulteriore dettaglio sta emergendo nel corso dei giorni grazie a delle interviste ad-hoc rilasciate da Tim Cook.

applewatchgeneric

Sebbene infatti l’Apple Watch necessiti di un iPhone costantemente connesso tramite Bluetooth per espletare la totalità delle sue funzioni sembra che almeno una piccola caratteristica possa fare a meno di questa partnership.

Il dispositivo infatti supporta la trasmissione diretta di uno streaming musicale ad un paio di cuffie bluetooth senza la necessaria presenza di un iPhone.

La rivelazione proviene da un intervista rilasciata da Tim Cook – CEO presso Apple – al noto giornalista Charlie Rose, autore dell’omonimo show televisivo:

(…) richiede un iPhone perché sono stati progettati per lavorare assieme. Tuttavia, se ad esempio si vuole uscire per allenarsi correndo senza dover portare il proprio iPhone, la propria musica è anche sull’orologio. In questo modo basta una cuffia Bluetooth per correre ad ascoltare la propria musica senza bisogno di un iPhone. (*)

(*) ma non esistevano i lettori MP3 proprio per questo motivo? E costano anche meno di 400€!

Questa piccola rivelazione in realtà svela indirettamente un aspetto dell’Apple Watch sino ad ora controverso: il dispositivo avrà dunque una propria memoria per ospitare la musica e presumibilmente per ospitare anche le applicazioni con esso compatibili.

Purtroppo bisognerà ancora attendere svariati mesi prima di vedere il primo modello commerciale di questo smartwatch e rispondere a tutti gli altri interrogativi in merito.



Fonte: RedmondPie


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.